/ Politica

Politica | 26 settembre 2023, 16:40

Zambaia (Lega): "Il Parlamento tuteli il libero mercato di carrozzerie e autoriparazioni"

Il capogruppo regionale Preioni: “Approvata nostra proposta di legge al Parlamento per modificare Codice delle assicurazioni”

Zambaia (Lega): "Il Parlamento tuteli il libero mercato di carrozzerie e autoriparazioni"

In difesa del libero mercato nel comparto delle carrozzerie e delle autoriparazioni: “Il Piemonte, grazie alla Lega, è la prima Regione in Italia che deposita una legge in Parlamento per dare il via all’iter legislativo a tutela di questo settore”. Così Sara Zambaia, consigliera della Lega in Consiglio regionale del Piemonte e prima firmataria della Pdl, commenta l’accoglimento da parte dell’Aula di Palazzo Lascaris della proposta di legge al Parlamento, fortemente voluta anche da Alberto Preioni, capogruppo della Lega in Consiglio regionale e dal consigliere Michele Mosca, per modificare due articoli del Codice delle assicurazioni private.

“Dopo tanti anni in cui le sigle di categoria come Federcarrozzieri, Cna, Confartigiano e Casartigiani – sottolinea Preioni - lamentano di dover subire passivamente un mercato ben poco libero, ma dettato dalle politiche delle compagnie assicurative, la Lega dell’amministrazione piemontese finalmente prende in mano la situazione per porre rimedio a una distorsione del principio di libera concorrenza e cercare di proteggere e valorizzare il lavoro degli artigiani e delle piccole e medie imprese”.

Infatti, le polizze delle compagnie da una parte canalizzano la clientela che deve riparare l’auto solo verso le carrozzerie convenzionate, così chi non lo è resta tagliato fuori; dall’altra, chi lavora in convenzione è invece costretto ad accettare commesse sottocosto, con il rischio di compromettere la qualità del servizio e la sicurezza dei veicoli che circolano sulle strade.


La libera scelta dell’autoriparatore da parte dell’assicurato è un diritto  puntualizzano Zambaia e Mosca -. Già nel 2017 si era intervenuti con la Legge concorrenza per riconoscere il pieno risarcimento dell’assicurato della riparazione effettuata da un carrozziere abilitato di fiducia, ma questa norma è stata aggirata da clausole e condizionamenti contrattuali, tipo l’allungamento dei tempi di liquidazione, franchigie più alte o discriminazioni sui massimali in caso di una libera scelta”.

“Il Piemonte conta circa 2.600 carrozzerie, che occupano 8mila addetti – sottolineano i consiglieri della Lega - è un comparto che produce ricchezza e occupazione, ma sta attraversando una fase critica, colpito dalla crisi energetica e dal rincaro delle materie prime, a cui si aggiunge la dipendenza economica e il condizionamento da parte delle compagnie assicurative”.


“Con questa proposta di legge, pensata e strutturata insieme alle principali sigle del settore, si vogliono apportare due modifiche al Codice delle assicurazioni vigente: il divieto di inserire nelle polizze un’imposizione nella scelta dell’impresa per la riparazione attraverso discriminazioni nei massimali, franchigie, rivalse o penali; l’obbligo di comunicare al cliente se la riparazione o la sostituzione della parte danneggiata dell’auto avviene con ricambi della casa madre originali o con pezzi equivalenti”, conclude Zambaia.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium