/ I corsivi di Virginia

I corsivi di Virginia | 08 novembre 2023, 10:15

Un bacio pericoloso

La medicina estetica abusiva a prezzi stracciati

Un bacio pericoloso

Da molti mesi sui media nazionali appaiano varie notizie di chiusura di centri estetici e studi di medicina estetica sequestrati perché privi dei requisiti minimi per il funzionamento.

Sono stati accertati anche vari illeciti penali per l’esercizio abusivo della professione medica o dell’attivazione abusiva di ambulatori di medicina estetica. In altre notizie di stampa invece, vengono sottolineati interventi di chirurgia estetica effettuati da personale non qualificato, quindi non medici, per soli fini di lucro, con tutto ciò che può conseguire come pericolo per il paziente che si sottopone al trattamento.

Tutto questo è il risultato di un’ampia campagna di controllo, svolta in questi ultimi mesi dai Nas su tutto il territorio nazionale, per verificare che non ci siano abusi delle prestazioni di medicina estetica riferito ai prodotti usati, alle procedure come l’applicazione di filler, botox e trattamenti mediante il fattore di crescita PRP.

La medicina estetica abusiva può essere pericolosa per la salute.

In particolare i trattamenti eseguiti da personale non qualificato o in strutture non autorizzate, possono causare lesioni, reazioni allergiche, infezioni e cicatrici permanenti. A questo è da aggiungere che l’uso di prodotti non sicuri o non approvati dal Ministero della Salute può causare danni irreversibili alla pelle ed ad altri tessuti. Non ultimo è da sottolineare addirittura le pratiche medico estetiche come i filler e i botox eseguite in centri estetici irregolari in tutta Italia, pratiche riservate esclusivamente ai medici. La “possibilità” è quella di provocare danni gravi al paziente che richiede questi trattamenti, anche per la mancanza dei requisiti sanitari-strutturali adeguati.

Il problema fondamentale è che noi pazienti dobbiamo smettere di rincorrere prezzi stracciati al ribasso. In questo settore domina la ricerca e l’utilizzo di prodotti altamente purificati e confezionati in siringhe sigillate, la qualifica professionale dell’operatore e il luogo in cui si svolge l’attività.

Solo il rispetto di quanto detto sopra fa la differenza e la salvaguardia personale da danni anche permanenti, contaminazioni pericolose e reazioni allergiche temibili.

La medicina estetica nasce fondamentalmente dalle esigenze di ogni individuo di sentirsi bene con il proprio aspetto, migliorando quello presente per alcuni e contrastando i segni del tempo che arrivano per altri.

Diventare medico estetico presuppone un percorso formativo strutturato e professionalizzante, che possono fare solo coloro che sono laureati in medicina e chirurgia. Questa scuola di specializzazione in medicina estetica è strutturata in 4 anni di continuo studio, ricerca e formazione nel settore.

I pazienti devono ricordarsi che alcune volte è meglio non essere attratti da pubblicità ingannevoli che promettono trattamenti a prezzo di “bancarella”.

I prodotti, se qualificati, di case farmaceutiche del settore, hanno un costo e, solo l’esperienza dello specialista medico, unita alla sua formazione specifica, garantiscono la riuscita del progetto personalizzato costruito sul paziente.

Il sogno di molte ragazze oggi più che mai è quello di avere delle labbra più evidenti, più alla moda, come le tanto ricercate e amate Russian lips.

Ma attenzione! Prima di tutto l’età. In Gran Bretagna è proibito eseguire trattamenti su minori di anni 18. Secondo punto e ancora più importante è che non ci si deve affidare a personale non qualificato che, per pochi Euro, realizza il sogno, sperando, come una roulette russa, non ne conseguano problemi, non solo nell’immediato, ma anche a distanza di tempo.

E’ importante, ricordate fino alla noia, la scelta di un medico qualificato iscritto all’Albo dei Medici e con Master di specializzazione in medicina estetica.

Oggi purtroppo troviamo operatori stranieri dell’Est Europa che hanno avuto l’equiparazione del loro titolo in Italia solo per iniettare prodotti come il filler e i botox e che lo fanno a prezzi al ribasso, pur di attirare, come il canto delle sirene, pazienti disposti a rincorrere il sogno, senza pensare alle possibili conseguenze.

In Gran Bretagna e nell’Est Europa anche le infermiere sono qualificate per iniettare tossina botulinica e filler di acido ialuronico, senza la specifica preparazione medica specialistica necessaria e richiesta in Italia.

Scegliete sempre un centro autorizzato che rispetti tutte le norme di sicurezza ed igiene. Verifica che vengano utilizzati solo prodotti sicuri ed approvati e che le scatole che li contengano siano sigillate e riportino il tagliandino con il numero di lotto e le scadenze.

Pretendete sempre che questo vi sia consegnato, insieme al bugiardino dello stesso.

Prima di sottoporti a qualsiasi trattamento occorre fare una valutazione preliminare con il medico. In questa fase molto importante anche di conoscenza e di fiducia, il medico dovrebbe esaminare la tua pelle, osservare la struttura del viso e discutere con te i tuoi obiettivi e le tue aspettative.

Prima di ogni trattamento deve informarti dei rischi e dei benefici dello stesso rispondendo a tutte le tue domande.

Un medico preparato ti fornirà istruzioni dettagliate su come prenderti cura della tua pelle dopo il trattamento per garantirti migliori risultati possibili.

Evitate le pubblicità ingannevoli e i prezzi a basso costo delineati addirittura a zone.

Evitate la velocità dei trattamenti, la superficialità nel fornire informazioni e i luoghi dove non siano rispettati i canoni richiesti dalle Autorità sanitarie.

Vi prego di non farvi attrarre da questo “mercato” illusorio di trattamenti a basso costo che potrebbero farvi pentire anche in futuro di averlo fatto.

State attenti al carpe diem.

Piuttosto aspettate, riflettete, informatevi e risparmiate.

La più grande dimostrazione è questa inchiesta italiana dei Nas sui centri estetici e sugli ambulatori di medicina estetica che porta alla luce un problema gravissimo di inadempienze e di illeciti, purtroppo sostenuto da pazienti che, pur di raggiungere il loro sogno, sono disposti a chiudere gli occhi, rischiando danni anche irrimediabili!

Scrivici amedia@morenews.itindicando nell’oggetto “I Corsivi di Virginia” oppure seguici sulla Rubrica “I Corsivi di Virginiasuwww.torinoggi.it, saremo felici di aprire un contatto diretto con te!

Virginia Sanchesi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium