/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 22 febbraio 2024, 10:00

Collegio Einaudi: investimento di oltre 2 milioni per l'ampliamento della sezione Valentino

Prevista la riconversione dell’ex mensa universitaria di Via Ormea, con la nascita di ulteriori 40 posti di studio per studenti meritevoli

collegio

Prevista la riconversione dell’ex mensa universitaria di Via Ormea, con la nascita di ulteriori 40 posti di studio per studenti meritevoli

Prosegue l’importante progetto della Fondazione Collegio Universitario Einaudi volto ad ampliare e rendere ancora più efficienti, moderne e confortevoli le proprie 5 sedi torinesi, al fine di ospitare e supportare nella formazione un numero sempre maggiore di studenti meritevoli, che scelgono Torino per intraprendere la propria carriera universitaria.

Un progetto cominciato nei primi anni del 2000 e che negli ultimi due anni ha interessato La Manica - ex mensa della sezione Crocetta di Corso Lione 24 e la sezione Mole di Via delle Rosine, con un importante intervento di riqualificazione.  

 

Grazie all’assegnazione dei fondi MUR (pari a oltre 1 milione e 700 mila euro) nell’ambito del V Bando della Legge 338/2000, la cui graduatoria è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 5 gennaio 2024, ai contributi di Regione Piemonte e di Fondazione Compagnia di San Paolo, a cui si aggiungeranno fondi propri e ulteriori entrate provenienti da raccolta fondi, per un investimento complessivo previsto di circa 2 milioni e 232 mila euro, si potrà pianificare l’intervento di ridestinazione dei locali di Via Ormea angolo Via Galliari con l’intenzione di avviare i lavori a gennaio 2025.

 

L’intervento di riqualificazione riguarda gli spazi situati al piano rialzato e seminterrato della manica della Sezione Valentino situati in Via Ormea 11bis, che sino a pochi anni fa erano destinati a funzione di mensa universitaria e attualmente ospitano una sala studio gestita da EDISU Piemonte con un contratto di comodato.

I locali saranno riconvertiti a uso residenziale, favorendo in questo modo un ampliamento della Sezione Valentino sia a livello di superficie a disposizione dei locali a uso comune, sia con la nascita di almeno 40 nuovi posti di studio, che andranno ad aggiungersi ai 154 già presenti nella Sezione.

Non solo nuovi spazi e posti studio, ma anche lavori di modernizzazione degli impianti, che riguarderanno l’aria condizionata, la rete internet tramite wifi, e l’ottimizzazione degli investimenti già effettuati negli scorsi anni in termini di eco-sostenibilità, come la nuova centrale termica e l’impianto fotovoltaico e termico.

 

Un ulteriore incremento in termini di accoglienza, che permetterà al Collegio Universitario Einaudi di superare i 900 posti studio complessivi nelle sue 5 sedi torinesi e di contribuire così in modo sempre più significativo allo sviluppo dell’offerta residenziale universitaria della Città di Torino.

 

 

Dichiara il prof. Paolo Enrico Camurati, Presidente della Fondazione Collegio Einaudi: Con questa nuova assegnazione di fondi ministeriali il Collegio Einaudi conferma la propria capacità di pianificazione a lungo termine di progetti complessi, che si concretizzano con l’ottenimento di significativi fondi pubblici a beneficio del territorio torinese e di tutto il sistema universitario cittadino.

La nuova manica della Sezione Valentino sarà un ulteriore tassello del progetto di riqualificazione edilizia della Fondazione Collegio Einaudi, che, oltre ad investire sul proprio patrimonio immobiliare per offrire opportunità concrete di ospitalità di qualità a studenti meritevoli, integra quotidianamente la preparazione accademica dei propri allievi attraverso un’esperienza di vita di comunità unica e stimolante e un progetto di formazione complementare personalizzato e innovativo.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium