/ Cronaca

Cronaca | 27 marzo 2024, 11:22

Mancato sopralluogo ad Aska. Ricca: “Chiederemo di entrare con Salvini, Piantedosi e Molteni" [VIDEO]

Il capogruppo della Lega (e assessore regionale alla Sicurezza) chiederà un Consiglio comunale aperto con la presenza anche dei garanti: “Se un consigliere non può entrare vengano restituite le chiavi"

Mancato sopralluogo ad Aska, la rabbia di Frabrizio Ricca

Mancato sopralluogo ad Aska, la rabbia di Frabrizio Ricca

"Siamo sconcertati del secondo annullamento di un sopralluogo della commissione comunale che cerca di entrare in un luogo che è stato riacquisito dal Comune.” È il commento del capogruppo della Lega in consiglio comunale a Torino Fabrizio Ricca, a seguito del nuovo annullamento del sopralluogo all’interno dei locali di Askatasuna, il centro sociale di Corso Regina 47, su cui da mesi è in corso un progetto di riacquisizione per trasformarlo in bene comune.

"Un segnale di debolezza dell'Amministrazione"

"Da parte dell’Amministrazione è un segnale di debolezza fortissimo. Se non possiamo entrare noi consiglieri, i garanti restituiscano immediatamente le chiavi.”

Ricca ha poi richiesto la convocazione di un consiglio comunale aperto per poter discutere del progetto. "La capogruppo del Pd Nadia Conticelli - sostiene Ricca - dice che il tavolo va avanti. Però vorremmo sapere come se non possiamo entrare nello stabile e non possiamo sapere cosa succede dentro Askatasuna. Stiamo preparando una richiesta di consiglio comunale aperto dove chiederemo anche la presenza dei garanti.”

"Pronti a chiedere l'intervento di Salvini e Piantedosi"

Infine Ricca invoca l’intervento dello Stato. "Chiederemo - ha detto il capogruppo della Lega - a Matteo Salvini, vicepremier, a Matteo Piantedosi, ministro dell’Interno e al sottosegretario di Stato Nicola Molteni, di poter effettuare questo sopralluogo e verificare il reale stato dell’arte. Siamo convinti di fronte alla presenza dello Stato che anche il sindaco non potrà dirci di non entrare".

Mancato sopralluogo per "motivazioni logistiche"

Il mancato sopralluogo è stato giustificato dal Comune da "motivazioni logistiche". Sul tema l'assessore regionale alla Sicurezza ha presentato lunedì un question time.

"La candidata Pentenero ci potrà rispondere quali sono i motivi per cui non possiamo entrare all'interno dello stabile."

"Lo sgombero rimane un'opzione"

Per Ricca lo sgombero rimane un'opzione, mentre sull'ipotesi di occupanti all'interno dell'edificio, il capogruppo mantiene dei sospetti: "Essendo la seconda volta che non ci fanno entrare, evidentemente c'è qualcos'altro che ci vogliono tenere nascosto".

 

Daniele Caponnetto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium