/ Copertina

Copertina | 11 aprile 2024, 00:00

Giorgio Sanfilippo (Benefica on the road): "Portiamo in giro per il Piemonte il fascino del mercato più chic di Torino"

L'associazione, nata dopo molti anni di impegno per la zona commerciale del Giardino Luigi Martini, vuole diventare un'organizzazione per eventi fieristici e ricreativi itineranti: "Portiamo la festa e lo shopping, ma anche valori e qualità"

Giorgio Sanfilippo (Benefica on the road): "Portiamo in giro per il Piemonte il fascino del mercato più chic di Torino"

Porta il nome (ma sarebbe meglio dire il soprannome) di una delle piazze più amate e suggestive di Torino, proprio grazie al suo mercato, considerato tra i più chic della città. Ma la sua missione, adesso, è il viaggio. Si chiama "Benefica on the road" l'associazione guidata dal presidente Giorgio Sanfilippo, che dopo moltissimi anni di impegno per la promozione dell'area di mercato ospitata presso il Giardino Luigi Martini - vero nome di piazza Benefica - adesso leva le ancore e si prepara a muoversi. Obiettivo: l'organizzazione di eventi fieristici e ricreativi itineranti. Una sorta di tournée, insomma, che porterà il mercato di Piazza Benefica in giro per la regione.

Presidente Sanfilippo, da dove nasce la vostra idea?
"Dalla storia e dal fascino di piazza Benefica: un mercato che affonda le sue radici all'inizio degli anni Novanta: avevo 15-16 anni e il mercato c'era già. Un mercato che è nato e cresciuto grazie agli 'stockisti', che hanno creato attrazione per i brand che hanno cominciato a offrire ai clienti con sconti importanti, dal 50 all'80%. Prodotti che un tempo si trovavano soltanto in boutique. Grazie a loro, ai campionari di marchi e aziende tra i più famosi d'Italia, le cose si sono evolute e il mercato di piazza Benefica è diventato un polo di attrazione per tutti gli stockisti di Torino, richiamando sempre più gente. Con il passare del tempo, le licenze di chi lavora qui hanno assunto un valore sempre più alto, a dimostrazione del buon lavoro che stiamo facendo. Da mercato di recupero è diventato un luogo di richiamo, è diventato sempre più bello, attirando tra i suoi frequentatori e clienti anche personaggi famosi".

Quando è scattata la scintilla per il progetto "Benefica on the road"?
"Ho trascorso personalmente 8 anni presso vari Consorzi, alla domenica: si tratta delle realtà tra le più gettonate d'Italia. In quel momento ho capito che il nostro brand e la nostra capacità attrattiva, come Piazza Benefica, non ce l'aveva nessuno. Ho capito che questa cosa qui avremmo dovuto farla noi: e finalmente è arrivato il giorno. Ci siamo ritrovati e abbiamo unito le forze: siamo 7 colleghi e abbiamo costituito l'associazione. In tanti ci stanno dando fiducia. Si stanno inserendo sempre più operatori. Su piazza Benefica orbitano circa 400 banchi, tra chi viene solo una volta e chi c'è sempre: abbiamo una base ottima da cui partire".

Cosa ci sarà del modello "Piazza Benefica" nel vostro approccio?
"Con la nostra iniziativa On the road porteremo solo la proposta più "di nicchia" di piazza Benefica. Saremo circa 50 in tutto. E scegliamo la strada perchè in strada viviamo il nostro lavoro e in questo modo seguiamo la nostra anima. Vogliamo raggiungere i quattro angoli del Piemonte e porteremo con noi tutti i brand più importanti, che sono molti ricercati".

C'è grande attesa?
"Siamo sicuri di sì, perché lo dicono i numeri. Sulle pagine social del mercato ci sono post che raccolgono 750mila visualizzazioni nel giro di pochissimo tempo. Con soltanto 4-5 video abbiamo superato i due milioni di visualizzazioni. Abbiamo un vero tesoro per le mani, dobbiamo metterlo a frutto".

Quali sono i vostri obiettivi e quali traguardi vi siete posti?
"Innanzitutto voglio dire che sono contento e appagato della fiducia che i nostri colleghi ci stanno dimostrando: sia a me che al direttivo. E non vogliamo deluderli. Vogliamo dare una svolta, anche per contrastare la concorrenza di altri canali come quelli online o gli outlet. Noi siamo molto più forti e possiamo dare un valore aggiunto, portando festa e spettacolo nei Comuni che vorranno ospitarci. La nostra ricetta è fatta di shopping e divertimento, legati a prodotti che in stragrande maggioranza sono italiani, dunque garanzia di qualità".

Avete un sogno nel cassetto?
"Il nostro sogno è far conoscere a tutti Benefica on the road: trasmettere i nostri valori e far conoscere quelli che siamo. C'è un regolamento molto chiaro, come fossero i Dieci Comandamenti e tutti si sono impegnati a rispettarlo. E poi c'è il grande amore che proviamo per Torino. E' questa la nostra benzina".

Come fosse una lunga tournée: quando si parte?
"Si comincia il 21 aprile a Poirino. Ma presto forniremo il calendario completo di tutti gli appuntamenti".

Massimiliano Sciullo

Leggi tutte le COPERTINE ›

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium