/ Attualità

Attualità | 15 maggio 2024, 10:00

Serre Reali: tra tre anni un polo di servizi che collegherà il quartiere Aurora a piazza Castello

Venerdì 17 maggio nel Salone delle Guardie Svizzere la presentazione al pubblico. La riqualifica prevede tra gli altri spazi per conferenze ed eventi, sale per la didattica museale, un laboratorio di restauro e una nuova hall di ingresso ai Musei Reali su Corso Regina Margherita

Serre Reali: tra tre anni un polo di servizi che collegherà il quartiere Aurora a piazza Castello

Il cantiere delle Serre Reali, oggetto del più importante tra gli interventi strategici dei Musei Reali di Torino, è in piena attività.

Gli eleganti padiglioni realizzati nei Giardini Reali inferiori nel primo Novecento, dopo aver ospitato per mezzo secolo il Museo di Antichità, si apprestano nei prossimi tre anni a diventare un nuovo polo dei servizi per il pubblico e per i dipartimenti del museo.

Gli edifici del complesso saranno rinnovati sia nell’architettura, a cui sarà restituita l’ariosa spazialità originaria, sia nelle componenti tecnologiche, che consentiranno di installare nuove funzioni e attività allineate ai moderni standard dei musei di oggi.

I lavori 

Il programma di rifunzionalizzazione prevede servizi museali avanzati, spazi per conferenze ed eventi, sale per la didattica museale, depositi climatizzati e un laboratorio di restauro.

I modernissimi spazi e una nuova hall di ingresso ai Musei Reali, affacciata su Corso Regina Margherita, consentiranno di valorizzare specifici segmenti delle collezioni di arte e archeologia e di sviluppare attività insieme al quartiere e alle istituzioni del territorio, in un'ottica di maggiore integrazione tra museo e città.

La connessione tra Aurora e piazza Castello

Le vecchie Serre di Palazzo Reale ritroveranno finalmente il loro rapporto con i Giardini Reali che, collegando il quartiere di Aurora con Piazza Castello, diventeranno una vera passeggiata tra architettura e natura nel cuore della città, ospitando attività per giovani, famiglie e scuole con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio culturale e naturalistico.

Il progetto e la sua presentazione 

Finanziato da un fondo di 12 milioni di euro messo a disposizione dal CIPE – Piano Cultura e Turismo, il progetto è stato sviluppato dai Musei Reali insieme alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Torino e a un team di professionisti guidati dallo studio torinese Isolarchitetti con l’arch. Giovanni Durbiano.

La presentazione intende rendere conto al pubblico della programmazione del cantiere nei prossimi anni e condividere con la comunità l'ambizioso progetto di trasformazione.

 

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium