ELEZIONI REGIONALI
 / Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 15 maggio 2024, 09:12

Al Mao, i primi risultati del progetto ASBA dedicato al benessere del personale museale

Domani alle ore 16.30

Al Mao, i primi risultati del progetto ASBA dedicato al benessere del personale museale

Giovedì 16 maggio alle ore 16.30 il MAO ospita la conferenza di presentazione di ASBA (Anxiety, Stress, Brain-Friendly Museum, Approach - il museo alleato del cervello contro ansia e stress), progetto interdisciplinare volto alla promozione del benessere del personale museale.

Durante l’incontro verranno presentati i risultati emersi dallo studio sperimentale coordinato da Annalisa Banzi del Centro di Studi sulla Storia del Pensiero Biomedico (CESPEB) e svolto - con la collaborazione del personale del MAO negli spazi del museo - da un team di ricercatori dell’Università degli Studi di Milano e dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca insieme a istruttori certificati.

È ormai noto e scientificamente provato che i musei offrano grandi benefici ai visitatori: frequentare un museo permette infatti di alleviare lo stress e l'ansia, di ridurre l'isolamento sociale, di aumentare il livello di autostima.

Per le loro proprietà terapeutiche però, gli spazi culturali possono e devono essere messi al servizio anche di chi lavora al loro interno: la creazione di un ambiente accogliente e stimolante anche per il personale è uno degli obiettivi del Progetto ASBA.

In qualsiasi azienda, infatti, il benessere del personale gioca un ruolo importante nella creazione di un ambiente armonioso e produttivo e i musei non fanno eccezione: alcuni studi hanno evidenziato che l’applicazione di un approccio orientato al benessere sul posto di lavoro si traduce in una riduzione dei costi e in un aumento delle probabilità di raggiungere i propri obiettivi a lungo termine, oltre che in una maggiore opportunità di formare adeguatamente e costantemente il personale.

Per questo è importante offrire allo staff museale non solo un percorso dedicato al benessere e alla salute, ma anche proporre strumenti operativi che consentano a operatori e impiegati di prendere parte alla vita del museo nella sua complessità.

 

Uno degli scopi del progetto ASBA, una “ricerca-azioni” finalizzata a raccogliere dati e a promuovere la consapevolezza e lo sviluppo di strumenti per migliorare il benessere individuale e rendere più efficiente il modello organizzativo, consiste proprio nell’integrare il lavoro del personale museale con quello dei professionisti del benessere e dei ricercatori, per valorizzare le risorse presenti dell’azienda e rafforzare la motivazione dello staff.

 

Durante lo studio al MAO sono state sperimentate diverse metodologie, quali mindfulness, arte terapia, chair yoga e nature+art, con l’obiettivo di aiutare il personale a osservare le collezioni con occhi nuovi, stimolando la meraviglia e le emozioni positive.

 

ASBA nasce da un progetto di Annalisa Banzi descritto nel libro The brain-friendly museum. Using psychology and neuroscience to improve the visitor experience (Routledge Editore).

 

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium