/ Cronaca

Cronaca | 20 maggio 2024, 12:53

Rivoli, latitante condannato per traffico internazionale di droga viene arrestato grazie alla denuncia di un furto d'auto

L'uomo, che era scappato dall'Italia dopo la condanna a 9 anni di prigione, era poi rientrato con una falsa identità. Gli investigatori della polizia di Torino sono però riusciti a ricostruire l'intera storia e a individuarlo

immagine di repertorio

immagine di repertorio

A seguito della denuncia di furto di un'auto rubata a Rivoli ad aprile, i poliziotti sono riusciti ad arrestare un 57enne per spaccio internazionale di droga.

Sospettando che l'auto fosse stata poi ri-immatricolata all'estero, i poliziotti hanno svolto diversi approfondimenti investigativi per ritrovare il presunto autore del reato, fino a individuare un uomo già destinatario di un ordine di carcerazione con una pena di 9 anni per spaccio internazionale di sostanze stupefacenti.

L'uomo si era reso latitante a partire dal gennaio 2024, allontanandosi dall'Italia con un volo di linea da Caselle a Casablanca.

Gli investigatori hanno concentrato le indagini su un altro soggetto di origini marocchine, con dati anagrafici corrispondenti a quello ricercato salvo una sola lettera differente nel nome, che tra l’altro aveva nel tempo effettuato alcuni passaggi in varchi di frontiera da e verso l'Italia.

Per verificare la corrispondenza tra i due soggetti, gli investigatori hanno iniziato una serie di appostamenti nei pressi dell’abitazione dell’uomo in un Comune confinante con Rivoli, in una zona popolare e con edilizia convenzionata.

Dopo qualche giorno, la conferma: c'era un soggetto somigliante per tratti somatici e volto al latitante. I poliziotti hanno quindi fatto irruzione nell'appartamento al quinto piano dello stabile.

L'inquilino, dopo aver aperto la porta ha subito tentato di richiuderla senza successo, per poi fingersi il fratello del ricercato.

L'uomo è stato arrestato in esecuzione del provvedimento di carcerazione e portato al carcere di Torino per scontare la gravosa pena.

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium