/ Cronaca

Cronaca | 18 giugno 2024, 18:33

Prima udienza del processo smog: sul banco degli imputati Chiamparino, Fassino e Appendino

Torino Respira (che con i suoi esposti aveva dato inizio all'indagine) ammessa come parte civile insieme a Greenpeace Italia e Isde. Prossima udienza il 4 luglio

Prima udienza del processo smog: sul banco degli imputati Chiamparino, Fassino e Appendino

Prima udienza del processo smog: sul banco degli imputati Chiamparino, Fassino e Appendino

E' andata in scena oggi, martedì 18 giugno, la prima udienza del cosiddetto "Processo Smog", che ha visto l'ammissione come parte civile del Comitato Torino Respira, che ha dato inizio all'indagine, al quale si sono uniti Greenpeace Italia e ISDE-Associazione Italiana Medici per l’Ambiente. 

Fassino, Appendino e Chiamparino

Sono state respinte alcune questioni preliminari prospettate dalle difese degli imputati (tra i quali figurano gli ex sindaci di Torino Piero Fassino e Chiara Appendino, oltre all'ex presidente della Regione Sergio Chiamparino, tutti accusati di inquinamento ambientale) e il giudice ha convocato una nuova udienza per il 4 luglio alle ore 15 per consentire alle parti di esporre le proprie posizioni e decidere o meno se proseguire il processo. 

Primo processo del genere in Italia

 

 

 

Gli imputati sono accusati di non avere adottato misure efficaci per evitare il continuo sforamento dei limiti di concentrazione degli inquinanti nell’aria stabiliti dalla legge, sforamenti che hanno determinato, secondo i consulenti tecnici della Procura della Repubblica, oltre mille morti premature e numerosi ricoveri ospedalieri. Si tratta del primo processo penale in Italia di questo genere, nel quale viene contestato agli amministratori degli enti pubblici territoriali il reato di inquinamento ambientale colposo, che il legislatore ha introdotto nel 2015 per una più incisiva tutela dell’ambiente.

"Siamo soddisfatti di come si è svolta l'udienza di oggi, e confidiamo che nell'udienza del 4 luglio il giudice decida di proseguire il processo" ha dichiarato Roberto Mezzalama, presidente del Comitato Torino Respira.

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium