/ Attualità

Attualità | 30 gennaio 2018, 07:48

Riscaldamento e qualità dell'aria: non a norma quasi un impianto termico su tre

Il dato è emerso dal convegno organizzato dall'AIT dell'Unione Industriale. Il presidente Ulivi: "Dare calore alle case incide per oltre il 30% sulla qualità dell'aria. Giusto imporre criteri di manutenzione e installazione. Ma servono professionisti"

Riscaldamento e qualità dell'aria: non a norma quasi un impianto termico su tre

Quasi un impianto termico su tre, in Piemonte, non è conforme alle norme. E' il dato - piuttosto preoccupante - emerso ieri mattina in occasione del convegno organizzato presso l'Unione Industriale di Torino sul Catasto Impianti Termici. Un evento che è arrivato proprio a tre anni dall'entrata in vigore di questo strumento nella nostra regione e che ha visto anche modifiche recenti sul fronte delle sanzioni al proprietario, al manutentore o all’installatore.

E l'essere non conformi alle regole non ha una valenza puramente normativa-amministrativa. Basti pensare alle implicazioni che il riscaldamento ha con la qualità dell'aria che respiriamo e dunque, proprio in inverno, sulla presenza di pm10 e dunque sull'adozione di misure di contenimento che vanno a colpire innanzitutto il traffico delle auto.

Il convegno, organizzato da AIT Associazione Impianti tecnologici dell’Unione Industriale di Torino, che raggruppa oltre 170 imprese e circa 3mila addetti, ha visto il presidente di AIT, Bruno Ulivi, introdurre i lavori: “Ai fini della qualità dell’aria gli impianti di riscaldamento incidono complessivamente per oltre il 30% (i 2/3 in termini di Co2 ed il 25% circa sulle polveri sottili). La posizione di AIT - che comprende gli installatori e manutentori di impianti termici - è dunque favorevole al rispetto delle norme vigenti sulla corretta installazione degli impianti, sul loro conduzione e sulla loro manutenzione che vanno eseguiti a norma di legge da personale esperto e qualificato. Data la complessità della normativa riguardante gli adempimenti previsti, le imprese più strutturate sono quelle maggiormente in grado di garantire la corretta esecuzione dei lavori ed il rispetto delle norme”.

M.Sci

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium