/ Attualità

Attualità | 24 luglio 2018, 16:28

La riqualificazione di Porta Palazzo e Borgo Dora passa dal turismo

Discussi ieri, con l'assessore al commercio Sacco, i progetti di intervento che riguardano l'area del mercato su Piazza della Repubblica, il PalaFuksas, il mercato ittico e il Balon

La riqualificazione di Porta Palazzo e Borgo Dora passa dal turismo

Il mercato all'aperto più grande d'Europa cambierà pelle e, con lui, anche il limitrofo Borgo Dora, sede del celeberrimo Balon; il Comune, in sinergia con le organizzazioni che contribuiscono a valorizzarne le potenzialità, punterà sul turismo, come annunciato ieri in Commissione dall'assessore al commercio Sacco: "Le difficoltà, generali e specifiche, unite alle recenti tensioni, hanno fatto perdere appeal alla zona, per questo l'amministrazione intende conferirgli una visione futura", ha dichiarato.

Alcuni degli interventi presentati sono già noti, come l'ostello "di moda" che verrà aperto da un privato al posto dell'ex caserma dei Vigili del Fuoco abbandonata da anni; altri, come quelli al mercato ittico, sono stati invece illustrati più nel dettaglio: "La struttura – ha proseguito Sacco – verrà risistemata e ripensata: il piano sotterraneo verrà utilizzato da deposito, mentre il piano terra verrà suddiviso tra mercato e ristorazione. I banchi del mercato orti-frutticolo, invece, verranno risistemati in modo da non intralciare l'accesso a quello coperto, sotto la tettoia dell'orologio".

Uno dei nodi più complicati resta quello del Centro Palatino, meglio noto come Palafuksas. L'ingresso di un nuovo socio all'interno della cooperativa di gestione, nel caso specifico MCF (Mercato Centrale Firenze), dovrebbe dare nuova linfa vitale a tutto il complesso: "Anche in questo caso – ha concluso Sacco – la struttura verrà ripensata: al piano terra ci sarà la ristorazione, al primo piano gli attuali negozi di abbigliamento mentre il secondo verrà utilizzato per attività educative, formative e culturali. Il parcheggio sotterraneo, dotato di 110 posti auto, verrà dato in gestione". Per il centro commerciale, i tecnici del Comune hanno fatto sapere di aver definitivamente appianato tutte le controversie economiche con la cooperativa, con un ritorno economico positivo di circa un milione di euro.

Per quanto riguarda Borgo Dora, è stata presentata una mozione, che ha avuto l'ok dalla Sala Rossa, della consigliera Pd Monica Canalis per impegnare Sindaca e Assessorato a organizzare un tavolo tecnico, un progetto e un cronoprogramma per la rivalutazione del turismo dell'antiquariato e religioso nel quartiere.

Marco Berton

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium