/ Politica

Politica | 22 gennaio 2019, 16:52

Derivati, il Comune di Torino procede al controllo delle condizioni contrattuali

Approvata deliberazione su proposta dell’assessore al Bilancio Sergio Rolando

Derivati, il Comune di Torino procede al controllo delle condizioni contrattuali

Approvata questa mattina una deliberazione – su proposta dell’assessore al Bilancio, Sergio Rolando – con cui si dà mandato agli uffici della divisione Risorse Finanziarie di individuare un operatore economico, con esperienza e competenze altamente specialistiche, a cui affidare l'analisi sotto il profilo economico, finanziario, civilistico e amministrativo dei contratti di finanza derivata sottoscritti dalla Città di Torino con istituti bancari tra il 2002 e il 2007, ancora attivi e con un nozionale residuo che, a rendiconto approvato, ammontava a circa 580 milioni di euro.

“Nello specifico – spiega l’assessore Rolando – dovrà essere verificata la conformità delle operazioni in essere rispetto alla normativa vigente, la coerenza tra l’utilizzo degli strumenti derivati e gli obiettivi dell’Amministrazione comunale e la presenza di eventuali costi occulti applicati dalle controparti".

"In seguito agli esiti delle verifiche effettuate sui contratti e se sarà ritenuta l’opportunità, la Città – aggiunge il responsabile delle politiche finanziarie di Palazzo Civico - si riserva la possibilità di procedere alla revisione o all’estinzione anticipata dei derivati al minor costo possibile e al recupero delle eventuali perdite subite, attraverso negoziazione giudiziale o stragiudiziale”.

Sull'argomento, da vari confronti in sede di Commissione consiliare, è inoltre emersa anche la necessità di attivare un tavolo di monitoraggio con altri soggetti pubblici istituzionalmente competenti in strumenti finanziari.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium