/ Cronaca

Cronaca | 09 febbraio 2019, 16:41

Sgombero dell'Asilo Occupato, il centro di Torino ostaggio degli anarchici: lacrimogeni e bombe carta. Assalto a un bus. Dodici fermi (FOTO e VIDEO)

Nuova manifestazione, dopo quella dell'altra sera, per protestare contro l'azione che ha smantellato la struttura di via Alessandria. Danneggiata la sede della Smat, cassonetti in fiamme in corso Regina Margherita e corso San Maurizio

Sgombero dell'Asilo Occupato, il centro di Torino ostaggio degli anarchici: lacrimogeni e bombe carta. Assalto a un bus. Dodici fermi (FOTO e VIDEO)

 

20:23: Un altro ferito, questa volta tra le fila dei manifestanti, si registra nella zona di via Bava, in Vanchiglia. L'uomo è stato portato via in barella. Un primo bilancio parla di 12 persone fermate.

 

19:58: Gli anarchici hanno assaltato un bus della GTT della linea 18. I vetri sono stati frantumati e l'autista che in quel momento si trovava al volante è stato trasportato via in ambulanza. Si sospetta possa aver inalato dei fumi ed essere rimasto intossicato.

 

19:30: Nuovi disordini, questa volta in corso San Maurizio. Ancora bombe carta e scontri. Siamo ormai oltre le 3 ore di manifestazione.

 

19:26: I manifestanti stanno ora risalendo verso via Po, percorrendo via Rossini nel tratto in salita che passa accanto all'auditorium della Rai. 

 

19:15: Proseguono i disordini, verso l'incrocio tra corso XI febbraio e corso Giulio Cesare. Sono stati incendiati numerosi cassonetti



18:48: I disordini si sono spostati verso Corso XI febbraio. Prosegue lo scambio di bombe carta e lacrimogeni tra manifestanti e forze dell'ordine. La situazione resta sempre molto difficile. Danneggiata la sede della Smat, con alcune vetrate andate in frantumi.

18:28: Sul ponte vicino a corso Regio Parco si sono verificati i primi scontri tra manifestanti e forze dell'ordine. La Polizia ha lanciato alcuni lacrimogeni, mentre gli anarchici hanno esploso alcune bombe carta e hanno dato fuoco a un cassonetto della spazzatura. I manifestanti stanno ora arretrando tornando nella direzione di Porta Palazzo. Si sono quindi ricompattati all'altezza del ponte sulla Dora. L'aria è irrespirabile a causa dei lacrimogeni.

18.04: Il corteo sta transitando da Piazza della Repubblica in direzione Corso Giulio Cesare e corso Brescia. L'impressione è che l'intenzione dei manifestanti sia di raggiungere proprio le vie nei dintorni dell'Asilo Occupato di via Alessandria. Arrivati a Ponte Mosca, sono stati lanciati alcuni sassi verso le forze dell'ordine.

17.22: Il corteo è quasi arrivato in piazza Vittorio Veneto, dopo aver percorso via Po. La tensione si sta alzando, tanto che gli agenti si sono già disposti in tenuta anti-sommossa e gli stessi manifestanti hanno vestito caschi e protezioni. Si contano ormai almeno 1000 persone nel corteo.

17.03: Il corteo si è mosso dalla partenza di piazza Castello con direzione il Po. Sono stati srotolati alcuni striscioni in cui si legge "Fanno la guerra ai poveri e la chiamano riqualificazione. Resistiamo contro i padroni della città"

16.30: Le iniziative di protesta degli anarchici sgomberati dall'asilo occupato di via Alessandria non si sono ancora esaurite. L'obiettivo è mettere scompiglio in centro cittá, affollato come ogni sabato pomeriggio. Per questo, oggi pomeriggio, in centinaia si sono dati appuntamento in piazza Castello, da dove il corteo procederá senza una meta precisa, provando a bloccare il traffico come avvenuto due giorni fa. Cordoni di poliziotti e camionette, intanto, si sono piazzati nei varchi di accesso che dalla piazza conducono in via Roma e via Lagrange. Si contano oltre 500 persone.

Marco Panzarella

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium