/ Ambiente e Natura

Ambiente e Natura | 16 maggio 2019, 16:20

Domani al Parco Rignon il taglio di un grosso faggio, da tempo malato e a rischio di caduta

Da numerose verifiche è emerso che la pianta non ha futuro e sta diventando un pericolo per l’incolumità dei cittadini e dei fruitori del parco

Domani al Parco Rignon il taglio di un grosso faggio, da tempo malato e a rischio di caduta

Un grosso faggio del Parco Rignon, da tempo malato e a rischio di caduta, sarà abbattuto domani.

Si tratta, pur non essendo un albero monumentale, di una pianta significativa per il parco, per le sue dimensioni e la sua antica bellezza; proprio per questo il Servizio Verde Pubblico l’ha sottoposta, negli ultimi due anni, a un monitoraggio molto accurato in quanto, pur trovandosi in progressivo deperimento, si sperava di poterla salvare.

Durante questo tempo si era proceduto alla potatura di parti che stavano seccando, in modo da mantenere le condizioni di sicurezza per i frequentatori del parco, essendoci anche una giostrina per bambini nelle immediate vicinanze.

Negli ultimi giorni dalla pianta sono caduti due grossi rami, di cui uno sulla giostra, fortunatamente senza provocare danni o feriti. Da una ulteriore verifica è emerso che la pianta non ha futuro e sta regredendo rapidamente, diventando un pericolo per l’incolumità dei cittadini e dei fruitori del parco e della giostra; pertanto, non resta, purtroppo, che tagliarla.

Non si tratta del primo caso: in passato altri cinque faggi sono stati eliminati nei pressi ed è stata riscontrata la presenza di funghi che causano marciume radicale (Armillaria spp.) e pertanto i tecnici dell’Area Alberate del Servizio Verde Pubblico stanno studiando il caso per capire come intervenire con nuovi piantamenti che non siano pregiudicati nel giro di breve tempo dalla notevole aggressività di questo fungo.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium