/ Attualità

Attualità | 08 agosto 2019, 14:48

A Torino è iniziato l'anno dell'amore: per la prima volta Miss Drag Queen è una piemontese

Riccardo Massidda, torinese di 34 anni, indosserà la corona per 12 mesi

A Torino è iniziato l'anno dell'amore: per la prima volta Miss Drag Queen è una piemontese

Si chiama Ava Hangar ed è Miss Drag Queen Italia 2019. È la prima volta che la corona viene assegnata a una drag piemontese ed è ancora più stupefacente se si pensa che Riccardo Massidda, l'artista di circo alter ego di Ava, veste i panni della sua Drag da poco più di un anno.

Un personaggio nato senza l'ambizione della competizione, ma da quella di creare uno spettacolo "solo" per Riccardo, da anni uno dei motori propulsori della scuola di circo Flic e della compagnia Fabbrica C. Quella delle competizioni è nata quasi per caso, durante una delle prove aperte di Tender, lo spettacolo di Ava Hangar, in un locale torinese. È lì che Ava viene notata da Barbie Bubu, una delle organizzatrici di miss Drag Queen Piemonte e Valle d'Aosta ed è proprio Barbie Bubu, insieme ad Antonella Credici, a volere Ava sulla passerella del contest regionale. Ava Hangar si impone a Torino, da novellina, e merita il posto alla gara nazionale al Mamma Mia di Torre del Lago Puccini. 

Riccardo parte con un gruppo di amici tra marrone, truccatori, costumisti e Ava sale sul palco, trionfa e torna a Torino da regina con la sua corte. "È stato un successo assolutamente inaspettato - racconta Riccardo Massidda -. Ora ho davanti un anno di regno. Ci saranno serate, spettacoli, ma, soprattutto la consapevolezza di portare per un anno un messaggio per far conoscere il mondo Drag". 

A Torre del Lago Puccini c'erano 15 concorrenti, provenienti dalle diverse regioni italiane, alcune veterane, altre novelline. Sicuramente Riccardo Massidda, 34enne circense torinese, ha una lunga esperienza di palcoscenico. Sebbene Ava sia uscita dall'anima e dalla creatività di Riccardo da poco più di un anno, Riccardo è personaggio di spettacolo da sempre con l'esperienza maturata in Flic e con la compagnia Fabbrica C. 

"Ava è un lavoro di equipe, la punta di iceberg di una squadra che ci crede e lavora unita per questo pazzo progetto, da solo Riccardo è solo un performer - racconta Massidda -. Devo dedicare questa corona a molte persone: a mia madre drag Hysteria perché è grazie al suo incoraggiamento e alla sua guida se oggi sono qui. Alle mie bellissime e preziosissime madrine Barbie Bubu e Antonella Credici perché mi hanno dato la forza e aperto la porta al mondo del Drag Italiano. Poi loro due, le mie altre madri, Sis Handmade che non solo mi hanno cucito gli abiti, ma mi hanno sostenuta e dato forma, vita, anima e cuore alla mia idea e visione. A Fuma che 'nduma scuole di circo e Giuseppe Porcu perché sono casa, sostegno e coraggio. A Mattia Mele per essere anche a distanza un degno primo cavaliere, con lui tutta Fabbrica C perché è il luogo dove succedono le cose. I miei Boys, Tommaso, Sonny, Luka e anche coloro che mi hanno seguita ai regionali, Thomas, Matis e Giamma, tutti allievi della mitica FLIC Scuola di Circo . Alla mia vita Ivan per essere stato al mio fianco e avermi sopportata (di peso!). A I PARRUCCHIERI STYLE per le parrucche e Greta Volpi per i consigli di make up. A voi madrine belle e bellissime, alle concorrenti fenomenali con cui ho riso e scherzato, che ho amato e ammirato, a La Wanda Gastrica perché è un mito assoluto e tutto lo staff del Mamamia per sostenere questo bellissimo circo. Alla miss uscente Chanel Monyque da cui ho tanto, tantissimo da imparare. E poi a voi, il mio amato pubblico, follower, fans e stalkers, tutto l'amore del mondo. Inizia il mio anno, che sia l'anno dell'amore!".

Inizia dunque per Torino l'anno dell'amore all'insegna di Ava Hangar che, con una cinica eleganza, rompe gli schemi, rompe con il binomio assoluto amore vero = famiglia tradizionale, senza mai offendere, ma aprendo una finestra su un amore e una famiglia fatti di affinità elettive, di armonia, di sintonia a prescindere dai dogmi.

Agata Pagani

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium