/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 11 settembre 2019, 10:32

Più di 500 studiosi a Torino discutono di innovazione, economia digitale e aziende

Il 12 e 13 settembre si tiene il XXXIX Convegno Nazionale dell’Accademia Italiana di Economia Aziendale

Più di 500 studiosi a Torino discutono di innovazione, economia digitale e aziende

Torino si appresta a diventare per due giorni la sede scientifica degli studi dedicati all’economia aziendale: il 12 e 13 settembre sarà la sede del XXXIX Convegno Nazionale di AIDEA, l’Accademia Italiana di Economia Aziendale, un importante network di oltre 750 soci – gli “Accademici” – principalmente professori universitari di Economia Aziendale, Economia e Gestione delle Imprese, Finanza Aziendale, Organizzazione Aziendale e Economia degli Intermediari Finanziari, operanti presso la quasi totalità degli Atenei italiani.

Il Dipartimento di Management dell’Università di Torino (Corso Unione Sovietica 218 bis, Torino) è stato scelto come sede per l’edizione 2019 ed ospiterà un evento animato da speaker di alto interesse scientifico, che si confronteranno su temi attuali e rilevanti dell’Economia Aziendale, suddivisi in otto track.

Dagli anni ’90 ha preso avvio una profonda rivoluzione digitale, che sta innovando anche i modelli aziendalistici del passato, innescata e alimentata da tre fattori interconnessi: la diffusione dei sistemi operativi e delle interfacce user-friendly, la rapida affermazione di Internet e del World-Wide Web e la convergenza di quattro settori di business precedentemente distinti – computer, software, comunicazione, media e intrattenimento.

Più recentemente, intelligenza artificiale, Internet of Things, Internet of You, interfacce, social media, stampa 3D, cloud computing e dispositivi mobili in rete hanno contribuito alla diffusione di nuovi business model e alla generazione di ricchezza e valore economico. La digitalizzazione ha favorito l’introduzione di importanti modifiche nei processi produttivi (come, dove, quando e con chi lavorare), accelerando la comparsa di nuove forme d’intelligenza organizzativa, attraverso la raccolta e l’analisi di big data. La velocità dei processi operativi, la flessibilità del processo decisionale, il modo di formulazione e implementazione delle strategie, le soluzioni con cui conseguire l’efficienza produttiva sono continuamente impattate da questi strumenti tecnologici, senza che nessuna dimensione delle moderne attività aziendali rimanga oggi immodificata.

I Big Data e i flussi informativi oggi disponibili sono diventati sempre più rilevanti e fonte di business intelligence per le aziende. Le ricerche online e la raccolta di informazioni sul processo decisionale di acquisto permettono di tracciare i processi personali di scelta e valutazione. Questo bagaglio di dati – generalmente non economico-finanziari -, ove raccolto e analizzato, può supportare efficacemente le aziende nel definire gli approcci dei clienti e condizionare, di conseguenza, le scelte strategiche e le forme organizzative da adottare.

Innovazioni e cambiamenti nella gestione aziendale, cui si affiancano rinnovati aspetti di responsabilità sociale e necessari nuovi approcci orientati alla sostenibilità ambientale, in una radicale riconfigurazione dei processi di formulazione delle strategie aziendali, delle forme organizzative e delle modalità di comunicazione, rilanciano il ruolo degli aziendalisti e impongono una ridefinizione degli approcci concettuali tradizionali e l’individuazione di nuovi schemi interpretativi.

Le otto track del convegno sono:

1 – Innovazione, sostenibilità e trasformazione dei modelli di business

2 – Social Media e piattaforme digitali

3 – Innovazioni nell’accountability: sostenibilità, informazioni non finanziarie e finanza inclusiva

4 – Smartservices: pubblica amministrazione, sanità, didattica innovativa e fabbisogni formativi per studenti e professionisti nel mondo digitale

5 – Big data e sistemi informativi nel governo dell’azienda

6 – Blockchain, innovazione e sicurezza nella prospettiva aziendalista

7 – Symposium del Journal of Management and Governance su “Evaluation, Performance and Governance in the Digital Age”

– Doctoral Colloquium – Sede di Cuneo

Il programma prevede due sessioni plenarie e due slot sessioni parallele dedicate alle diverse track.

Alla call for paper sono state presentati oltre 250 lavori di ricerca, fra cui sono stati selezionati 180 paper a convegno. Sono attesi a Torino circa 500 docenti e ricercatori italiani e stranieri.

- Nel pomeriggio di giovedì 12 settembre la prima sessione plenaria sarà dedicata all’impatto dell’aziendalismo sul sistema economico italiano e prevede interventi e panel di relatori accademici e non, di rilievo nazionale e internazionale. Sarà coordinata dal Prof. Paolo Boccardelli, Direttore della Business School presso la LUISS. Seguirà un symposium sui temi digitali a cura del Journal of Management and Governance, coordinata dal Prof. Lino Cinquini, e sarà programmata una prima sessione parallela in cui saranno presentati alcuni dei paper a convegno.

- Nella mattinata di Venerdì 13 settembre, la seconda sessione in plenaria “Processi valutativi ed Identità dell’aziendalismo italiano” vedrà il confronto di esperti in tema di valutazione, coordinati dal Prof. Gaetano Aiello, presidente di AIDEA. Seguirà la presentazione in sessioni parallele degli ulteriori paper a convegno.

- I migliori paper a convegno saranno selezionati per le fast track delle diverse riviste.

- Sono previsti inoltre due premi per progetti di ricerca presentati da giovani ricercatori.

L’evento ha conseguito la Medaglia del Presidente della Repubblica e vanta il patrocinio di Regione Piemonte, Torino Città Metropolitana e Città di Torino, come enti territoriali, e Università degli Studi di Torino, Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili e Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Torino Ivrea e Pinerolo, come Enti di riferimento accademici e professionali del settore.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium