/ Attualità

Attualità | 23 ottobre 2019, 08:28

Un ponte tra via Nizza e corso Sommelier per le donne combattenti curde

La proposta della Circoscrizione 8 sarà dibattuta questa sera con un ordine del giorno in consiglio

Un ponte tra via Nizza e corso Sommelier per le donne combattenti curde

Intitolare il passaggio sulla ferrovia tra via Nizza e corso Sommelier alle combattenti curde, impegnate nella resistenza agli attacchi di Erdogan nel nord-est della Siria. E' questa la proposta del consigliere Augusto Montaruli (LeU) della Circoscrizione 8, grazie a un ordine del giorno firmato e condiviso anche da PD, Moderati, Movimento 5 Stelle e Lega, che sarà discusso questa sera in consiglio.

"Come ente di prossimità - spiega Montaruli -, non possiamo certo fermare il massacro in atto o l’export di armi, ma possiamo, e dobbiamo, mettere in atto gesti, iniziative, anche simboliche che facciano sentire a quel popolo la nostra solidarietà. Lo facciamo proponendo di dedicare un ponte, un ponte che è simbolo di vicinanza, che unisce. Lo facciamo dedicandolo a quelle donne che rimarranno per sempre nella storia".

La richiesta alla commissione toponomastica del Comune di Torino è presentata di concerto con la consigliera Eleonora Averna (PD) della Circoscrizione 1. Trae ispirazione, in particolare, dalla lettera delle miliziane contro l'offensiva turca, diffusa nei giorni scorsi sui canali mediatici e rivolta al mondo intero: "Come donne - si legge - siamo determinate a combattere fino a quando otterremo la vittoria della pace, della libertà e e della giustizia. Per ottenere il nostro obiettivo contiamo sulla solidarietà internazionale e la lotta comune di tutte le donne e gente che ama la libertà”.

Manuela Marascio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium