/ Eventi

Eventi | 06 novembre 2019, 17:37

Il Premio LYNX 2019 porta i suoi artisti a Torino

La quarta edizione del prestigioso concorso ha come caratteristica la promozione e la visibilità di tutti gli artisti finalisti e dei vincitori

Il Premio LYNX 2019 porta i suoi artisti a Torino

Il Premio LYNX 2019 porta i suoi artisti a Torino. La quarta edizione del prestigioso concorso ha come caratteristica la promozione e la visibilità degli artisti finalisti e dei vincitori, per questo motivo l’Associazione Culturale Il Sestante, promotrice dell’evento, ha scelto tre città per le esposizioni: Trieste – Torino –Ajdovscina (Slovenia).

Sarà quindi il MIIT (Museo Internazionale Italia Arte) la sede torinese scelta dai curatori, Enea Chersicola e Riccardo Tripodi, dove saranno esposte le opere vincitrici e le finaliste. I premi agli artisti nelle quattro categorie in concorso (pittura, fotografia, digital art e grafica) sono stati assegnati nel corso di una cerimonia tenutasi domenica 6 ottobre presso l’auditorium del Museo Revoltella di Trieste e la mostra nella città giuliana, presso il Tivarnella Art, ha riscosso un buon apprezzamento da parte dei visitatori.
L’inaugurazione al MIIT si terrà sabato 9 novembre alle ore 18:00 (Corso Cairoli, 4) e resterà visitabile fino al 23 novembre, sempre ad ingresso libero, dal martedì al sabato dalle ore 15:30 alle ore 19:30. Per l’utenza interessata a dare uno sguardo sull’arte contemporanea internazionale sarà un’occasione per ammirare le opere dei vincitori.

Il primo premio per la categoria pittura è andato, ad ex-aequo, agli artisti Gavino Piana con l’opera “Dio non c’è” e Mauro Possal con la provocatoria opera “Pope Joan”. La seconda categoria in concorso, fotografia, molto apprezzata dalla giuria, ha visto primeggiare il fotografo-artista tedesco Kevin Krautgartner con l’opera “In Full Bloom”. Il premio alla migliore opera per la categoria digital art va invece a Cristian Natoli, con il video dal titolo “Spazi Secondari”. La categoria grafica, ha visto primeggiare il giovane artista marchigiano Ricardo Aleodor Venturi con l’opera “Autoritratto”. I premi speciali Be Art Builder messi in palio dall’Associazione Culturale Il Sestante sono stati vinti dall’artista polacca Natascha Auenhammer, Alice Serafino, Marco Longo, dall’apprezzato artista iraniano Mahmoud Saleh Mohammadi e da Tina Sgrò, Elia Canale, Maria Buemi oltre che dall’artista cilena Giorgia Pezzoli.

I premi Solo Exhibition concernenti nell’organizzazione e la promozione di una mostra personale sono andati all’americana Tammy Novak, all’austriaca Weronika Braun e alle italiane Annalisa Filippi e Letizia Ardillo. L’artista Francesca Alessandrini, con la convincente opera “Partenza”, si è aggiudicata il premio dedicato a Alice Psacaropulo come miglior artista del FVG under 30 (dedicato all’artista triestina scomparsa l’anno scorso). L’esordiente Rafaella Paoletti, in finale con l’opera “Silicon Road”, ha il premio “Biafarin Blue award” promosso dall’agenzia di artist management canadese Biafarin. Le menzioni speciali della Giuria del Premio LYNX sono andate a Maurizio Ciancia, Matteo Martignoni, Peppe Denaro, Amrta (Marta Moretto), Arianna Ellero.

L’elenco completo dei premi e dei vincitori è disponibile sul sito web ufficiale www.premiolynx.com e nei prossimi giorni gli utenti potranno visionare tutte le opere finaliste. Il catalogo, realizzato da Giovanni de Flego per Tivarnella Art, è disponibile in galleria o tramite richiesta all’indirizzo associazioneilsestante@gmail.com.

L’esposizione sarà visitabile fino a sabato 23 novembre per poi trasferirsi in Slovenia, ad Ajdovscina, il 30 novembre alla Galleria Lokarjeva per l’ultima mostra in programma.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium