/ Attualità

Attualità | 25 marzo 2020, 15:18

Coronavirus, il punto sulla raccolta rifiuti a Torino: “Il servizio prosegue regolarmente”

Iren rassicura Comune e cittadini sulla sua regolarità, specificando le indicazioni dell'Istituto Superiore di Sanità per lo smaltimento. Problematiche nella filiera del riciclo

Coronavirus, il punto sulla raccolta rifiuti a Torino: “Il servizio prosegue regolarmente”

“Durante l'emergenza coronavirus il servizio di raccolta rifiuti a Torino sta proseguendo senza grosse problematiche”: è questo il messaggio che arriva, forte e chiaro, ad amministrazione comunale e cittadini. 

A lanciarlo, nel corso di una Commissione consiliare, è stata direttamente Iren, che gestisce il servizio attraverso Amiat: “La nostra forza lavoro - ha spiegato il presidente di Iren Ambiente Christian Aimaro – ha avuto un solo contagio, con alcuni dipendenti in quarantena preventiva; abbiamo anche predisposto un piano d'emergenza se dovessero sorgere dei problemi”. All'azienda sono poi andati i ringraziamenti dell'assessore all'ambiente Alberto Unia: “Stanno facendo – ha dichiarato – uno sforzo enorme per mantenere un servizio che funziona durante un'emergenza completamente invalidante”.

Qualche problematica è invece emersa dai consorzi coinvolti nella filiera del riciclo: “Esistono – ha aggiunto Aimaro - delle oggettive difficoltà impiantistiche, in particolare per quanto riguarda carta e plastica, causate dalla riduzione dei turni di lavoro dovute ad alcuni casi di coronavirus che hanno coinvolto anche chi effettua la raccolta. La modalità consortile è comunque un'eccellenza europea, un sistema che andrebbe preservato ma migliorato”. 

Rassicurazioni sono arrivate anche sul fronte igienico-sanitario collettivo: “In azienda – ha concluso – abbiamo contingentato i turni in spogliatoio, intensificando l'igienizzazione dei bagni e dei mezzi di trasporto; stiamo inoltre mettendo in pratica, anche attraverso l'utilizzo delle apposite protezioni, tutte le precauzioni necessarie ad evitare i contagi. Anche i contenitori per i rifiuti, così come le strade, in questa fase sono sollecitati da lavaggi più frequenti”.

Nell'occasione si è fatto anche il punto della situazione sulle indicazioni dell'Istituto Superiore di Sanità per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti domestici. Per i cittadini positivi al tampone o in quarantena è prevista la sospensione della raccolta differenziata: gli utenti, in questo caso, dovranno utilizzare almeno due sacchetti (uno dentro l'altro, ndr) e guanti protettivi usa e getta; i non positivi e i non soggetti a quarantena, invece, manterranno le procedure normalmente in vigore.

Al vaglio, su proposta del consigliere d'opposizione Francesco Tresso subito accolta dallo stesso Unia, ci sarà una campagna di comunicazione per sensibilizzare i cittadini a un corretto smaltimento.

Marco Berton

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium