/ Attualità

Attualità | 06 febbraio 2018, 11:22

Per combattere la crisi del settore edile fino al 75% di sconto per ponteggi e interventi di ristrutturazione a Torino

Comune di Torino e Unicredit assieme per rilanciare la cura degli stabili cittadini

Per combattere la crisi del settore edile fino al 75% di sconto per ponteggi e interventi di ristrutturazione a Torino

Città di Torino e UniCredit propongono un’iniziativa per rilanciare la cura degli stabili cittadini. La partnership, anche grazie all'erogazione di un contributo da parte dell'istituto di credito, consentirà al comune di ridurre la Cosap sui ponteggi necessari agli interventi di riqualificazione; in parallelo, Unicredit metterà in campo i propri strumenti di finanziamento dedicati ai condomini che beneficeranno dell’iniziativa, ma anche alle famiglie per la ristrutturazione e la riqualificazione energetica degli immobili e alle giovani coppie per l’acquisto.

La crisi che ha colpito le famiglie e le loro disponibilità finanziarie a partire dal 2007 ha pesantemente influenzato il settore immobiliare. Un chiaro segnale in questa direzione è la caduta verticale del numero di cantieri aperti ogni anno per la riqualificazione delle facciate: secondo una rilevazione condotta da Fondazione Contrada Torino Onlus, si passa dai circa 1500 interventi del 2000 ai 400 degli anni più recenti.

Grazie alla collaborazione di UniCredit, la Città di Torino potrà attuare riduzioni della Cosap pagata per la predisposizione dei ponteggi necessari all’avvio di un cantiere di riqualificazione. La riduzione riguarderà interventi che investono l’intero stabile – non quindi per lavori che interessano le singole unità abitative o commerciali – sino al 75% del canone per la ritinteggiatura delle facciate e al 30% per tutti gli altri interventi esclusi i cantieri per nuove costruzioni. La riduzione potrà salire fino al 100% per la rimozione di scritte sui muri o la pulizia delle arcate dei portici.

I richiedenti potranno contattare UniCredit per conoscere gli strumenti finanziari e le relative agevolazioni, pensati appositamente per supportare le attività di riqualificazione.

UniCredit inoltre, in un’ottica di sempre maggiore conoscenza e diffusione delle tematiche economiche e finanziarie, sta mettendo a punto, in collaborazione col Comune, un ampio programma di incontri con la cittadinanza per l’approfondimento e la formazione su questi temi.

La Città di Torino per tutelare il decoro della Città, già dal 1997 ha regolamentato l’obbligo di mantenimento del decoro delle facciate degli edifici ogni 20 anni e dei portici ogni sette anni attraverso il Regolamento del Piano Colore (http://www.comune.torino.it/regolamenti/239/239.htm).

Il decoro delle facciate su vie e piazze cittadine è un elemento determinante nella costruzione dell’immagine di una città. È l’altra faccia della medaglia rispetto alla cura dello spazio pubblico e del verde, compito precipuo del Comune. Favorire e sostenere la riqualificazione a carico dei privati è dunque importante e necessario: una città ordinata e dignitosa ha una ricaduta positiva sul sentimento di comunità dei cittadini e sulla qualità della vita di ciascuno.

UniCredit, da sempre attento alle necessità del territorio, dal suo canto desidera dare in questo modo il proprio contributo concreto sia in termini di disponibilità finanziaria che di competenze su un tema così importante per l’immagine della Città e la qualità di vita dei suoi abitanti.

I cittadini possono rivolgersi per informazioni alla email di Unicredit RA16361-Italia@unicredit.eu e all'Ufficio Colore della Città di Torino: ufficiocolore@comune.torino.it, tel. 01101130272/30279

r.g.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium