/ Eventi

Eventi | 16 ottobre 2019, 10:10

Europeista, contro la Brexit e per la gender equality: è l'avant-pop di Club to Club

Diciannovesima edizione dal 30 ottobre al 3 novembre. Apertura alle OGR con Slowthai, serate clou al Lingotto con James Blake

Europeista, contro la Brexit e per la gender equality: è l'avant-pop di Club to Club

Sarà un festival come sempre globale e visionario, senza confini geografici e inseguitore di sperimentazione. Ma, soprattutto, saranno cinque giorni di musica come veicolo di messaggi politici chiari e forti, che hanno i colori di un'Europa unita, la forza della rivolta contro la crisi ambientale e il sogno di un'eguaglianza di genere nel panorama culturale odierno. 

Club to Club torna a Torino per la sua diciannovesima edizone dal 30 ottobre al 3 novembre, riconfermandosi l'appuntamento clou dell'autunno delle arti contemporanee con una line up di show in esclusiva italiana e numerosi artisti internazionali per la prima volta nel nostro Paese. Forte dei 60 mila visitatori raggiunti lo scorso anno (con 4.593.300 di euro di ricaduta sul territorio), il festival avant-pop punta a replicare e magari superarsi, ispirandosi al tema portante del 2018. La direzione creativa della campagna ufficiale per "La luce al buio: season 2" - questo il titolo - è stata infatti affidata a Weirdcore, con un design sperimentale che si spinge oltre la pura interpretazione visiva. 

"Il nostro obiettivo - ha spiegato il direttore artistico Sergio Ricciardone - è fare un'impresa culturale, raccontando la Torino degli ultimi anni come vero e proprio hub di lavoro creativo. Avremo 50 shows di artisti provenienti da tutti e cinque i continenti. Confrontandoci continuamente con l'Europa e il resto del mondo, abbiamo sempre la possibilità di sperimentare". 

"Come Città - ha commentato l'assessora alla cultura Francesca Leon -, crediamo molto in Club to Club per la sua capacità di attrarre artisti e pubblico da tutto il mondo. Per di più si colloca nella Contemporary Art Week e rappresenta davvero una sintesi perfetta di tutte le arti. Non un semplice festival musicale, ma un incontro tra le discipline e uno scambio tra le culture". 

Le serate di apertura del 30 e 31 ottobre si svolgeranno alle OGR, con un ospite speciale: il rapper ventiquattrenne Slowthal, che poggia le sue rime su un particolare mix di grime, hip hop ed elettronica. Politicamente attivo e molto sensibile ai temi sociali, si è schierato da sempre contro la Brexit. E a Torino non mancherò di ribadire la propria posizione, proprio alla vigilia della scissione fissata dal governo britannico per il giorno 31. 

Un altro nome esclusivo è quello della statunitense Holly Herndon, artista di punta nell'evoluzione tecnologica in campo musicale, che porta a Club to Club il suo ultimo, suggestivo lavoro con l'intelligenza artificiale. 

Le serate principali del festival, 1 e 2 novembre, avranno luogo come di consueto al Lingotto. Qui si esibirà, tra gli altri, James Blake, uno degli artisti più seguiti, eclettici e ricercati al mondo grazie a uno stile unico, capace di combinare la velocità R&B con elementi ritmici minimali. E, ancora, Flume, Battles, Cromatics, Nu Guinea, Desire, con l'aggiunta di un ospite a sorpresa, il 2, che sarà svelato nel corso dell'evento.

La mattina di domenica 3 si aprirà con la "Unusual #C2C19 Breakfast", presentata da Lavazza presso la Centrale Nuvola, dove verrà offerta la colazione a tutti i partecipanti. Si prosegue con il Block Party Club Palazzo a Porta Palazzo, mentre, alla Tettoia dei contadini del mercato, sul palco si esibirà Napoli segreta, produttori dell'omonima compilation dedicata alla disco e funk partenopea anni '70 e '80. Infine, l'evento di chiusura sarà ospitato alla Reggia di Venaria, con una line-up di artisti che verrà mantenuta segreta. 

Anche quest'anno Club to Club accoglie il Symposium, programma di approfondimenti e incontri all'AC Hotel al Lingotto, che affronterà temi strettamente attuali: dall'ambiente (Climate Crisis&Music) alla gender equality in musica, passando per il confronto tra artisti torinesi e milanesi (con un titolo, "TO-MI-", che ribalta quello del celebre festival settembrino di musica classica suddiviso tra le due città). 

Per maggiori dettagli: https://clubtoclub.it/it/c2c19/ 

Manuela Marascio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium