/ Cronaca

Cronaca | 26 ottobre 2019, 10:40

No al trasferimento del suk, tensioni tra Polizia e venditori abusivi a Borgo Dora

I Residenti Resistenti:"Forze dell'ordine in assetto anti-sommossa davanti al Sermig, per impedire ai venditori del Libero Scambio di posizionare i teli a terra"

No al trasferimento del suk, tensioni tra Polizia e venditori abusivi a Borgo Dora

Attimi di tensione questa mattina a Borgo Dora, a Torino. Dalle prime ore dell'alba - fanno sapere dal gruppo Residenti Resistenti (comitato Oltredora, associazione Fuori di Palazzo e altri) - "un nutrito gruppo di forze dell'ordine in assetto anti-sommossa ha presidiato l'area davanti al Sermig. L'obiettivo era impedire ai venditori del Libero Scambio che non hanno accettato lo spostamento in via Carcano dal 5 ottobre, di posizionare i teli a terra".

Non sono mancati i momenti di contrasto tra forze dell'ordine e ambulanti. "Ci sono state alcune cariche sui balonari - proseguono - e chi li sostiene, tra cui noi e alcuni ragazzi dei centri sociali. Porta Palazzo è di nuovo militarizzata, tutto questo è molto triste".

Alcuni espositori hanno poi aperto i teli con la merce davanti alla mongolfiera, ma sono stati immediatamente allontanati dalla Polizia Municipale.

"Si sta verificando - commenta il Presidente della Circoscrizione 7 Luca Deri quello che abbiamo sempre temuto.  La soluzione per evitare che ciò accadesse l'avevamo proposta in tutti i tavoli , ma la Sindaca Appendino ha preferito esiliare i poveri in via Carcano". "Ed oggi l'ennesima giornata di tensione in città. Con un danno economico per tutti: il Balon merita altro" conclude Deri.

Una posizione contestata dal consigliere del M5S Antonio Fornari, che la definisce "inaccettabile". "Anziché lavorare - prosegue l'esponente pentastellato - in collaborazione con il Comune, il Prefetto e il Questore per ripristinare la legalità in Borgo Dora, continua a contestare una decisione attesa da anni dai residenti". "Chi rappresenta le istituzioni dovrebbe rispettare le decisioni prese e collaborare per la buona riuscita, invece si strumentalizza per fini politici e si alimenta una contrapposizione tra ricchi e poveri che non esiste" conclude Fornari.

Parole condivise anche dagli esponenti di FdI Patrizia Alessi e Maurizio Marrone, che accusano il Pd di aver "gettato la maschera spalleggiando i centri sociali che promuovono il suk del degrado". "Ora - aggiunge il capogruppo regionale Marrone - la Giunta Regionale dovrà modificare la vecchia delibera che consentiva il cosiddetto libero scambio e mettere fuori legge anche il suk di via Carcano".

Ad intervenire anche l'assessore regionale alla sicurezza Fabrizio Ricca. “Le regole - commenta l'esponente della Lega - vanno rispettate e se una comunità intera ha deciso di dire no all’abusivismo, non possono essere un gruppo di abusivi e appartenenti ai centri sociali a imporre la loro volontà con la prepotenza".

L'area di Canale Molassi e San Pietro in Vincoli, occupata per 38 settimane dagli ambulanti del suk, è stata liberata nelle scorse settimane  dopo innumerevoli esposti e lamentale.

Marco Berton e Cinzia Gatti

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium