/ Attualità

Attualità | 27 gennaio 2020, 18:59

Imbarco Perosino, Iaria: "Disponibili ad una progettualità innovativa, per un uso del locale non solo stagionale"

Magliano (Moderati) ha chiesto di lasciare “gli attuali gestori per la tutela di un locale di lunga tradizione, senza procedere con lo sfratto”

Imbarco Perosino, Iaria: "Disponibili ad una progettualità innovativa, per un uso del locale non solo stagionale"

Spiragli per l’Imbarco Perosino di Torino. Venerdì scorso l’assessore all’Urbanistica Antonino Iaria ha incontrato gli attuali gestori, a cui dopo 84 anni sulle rive del Po, è arrivato lo sfratto esecutivo.

Si aprono – ha spiegato oggi Iaria in Consiglio Comunale, durante la richiesta di comunicazioni sulla struttura – nuove progettualità sul locale. A differenza di altri locali al Valentino, al Perosino non ci sono abusi edilizi”

La querelle giudiziaria ha avuto inizio una decina di anni: attualmente la causa è in Cassazione, ma la Corte d’Appello ha dato ragione al Comune di Torino. L’assessore all’Urbanistica si dice pronto a collaborare con gli attuali gestori per trovare una soluzione, “ ma non fare un provvedimento 'ad personam'; si tratta di verificare una nuova progettualità innovativa, per un uso del locale che non sia soltanto stagionale”.

Il capogruppo dei Moderati Silvio Magliano, sottolineando che il primo rischio è evitare il degrado in attesa del bando di assegnazione del locale, ha chiesto di lasciare gli “gli attuali gestori per la tutela di un locale di lunga tradizione, senza procedere con lo sfratto”.

Cinzia Gatti

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium