/ Politica

Politica | 05 marzo 2020, 16:14

Cane (Lega): "Dal maxiemendamento opportunità per il Canavese"

Risorse per l’edilizia scolastica e i servizi educativi, per gli scuolabus di montagna e per la protezione civile, le associazioni culturali e per lo sport

Cane (Lega): "Dal maxiemendamento opportunità per il Canavese"

Sono argomento di questi giorni in Regione Piemonte i capitoli finanziati con incrementi nel bilancio di previsione 2020-2022 dal maxiemendamento di Giunta, illustrato dall’Assessore regionale al Bilancio.

Risorse per l’edilizia scolastica e i servizi educativi, per gli scuolabus di montagna e per la protezione civile, per le province e le associazioni culturali, per lo sport e i danni arrecati dagli animali selvatici. Sono solo alcuni delle voci che l’Assessore al Bilancio Tronzano ha presentato coi relativi numeri: 3 milioni per l’edilizia scolastica e altrettanti per le reti comunali dei servizi educativi; 500 mila euro per gli scuolabus di montagna e 800mila euro per la protezione civile; oltre un milione per le politiche sulla casa e 11,5 milioni per le associazioni culturali; 3,5 milioni per lo sport e 6,5 milioni per gli impianti sciistici; 20 milioni alle province con i canoni idrici e 2,8 per l’esercizio delle funzioni conferite; quasi 3 milioni per i danni degli animali selvatici.

Ma quale respiro avrà questo maxiemendamento per il Canavese ce lo spiega Andrea Cane, Consigliere regionale di Ingria e responsabile degli Enti Locali per la Lega: “Prima voce interessante per i nostri territori è la conferma che dal Fondo di coesione sociale arriveranno 25 milioni per l’ammortamento del materiale ferroviario del trasporto locale, sappiamo quanto siano fondamentali per le nostre aree i servizi di collegamento da e per Torino per permetterci di lavorare, studiare, viaggiare senza dover abbandonare le nostre terre. Ancora nel 2020 in Regione destineremo allo sport 10 milioni di euro in più rispetto allo scorso anno: nello specifico la promozione di eventi turistici sportivi internazionali (+2,5 milioni nel 2020), i contributi per la conservazione degli impianti olimpici di innevamento programmato e di risalita trasferiti dalla Regione agli enti locali (+500mila euro), i contributi ad enti e società per la promozione della pratica sportiva (+1 milione), gli interventi per garantire la sicurezza delle aree sciabili (+6 milioni)”.

“Da canavesano vedo un'efficiente opportunità nella nascita della Piemonte Sport Commission – continua il Consigliere - un'agenzia strutturata sul modello di Film Commission, per promuovere il Piemonte come destinazione di turismo sportivo e che si attivi per reperire le risorse necessarie all'organizzazione degli eventi. Ricordiamoci dell'arrivo al Serrù della tappa del Giro d’Italia del 2019 passato in Canavese, del ritorno di immagine di quelle dirette televisive che ci avevano portato addirittura sui social dei divi del cinema! Mi interfaccerò direttamente con la nascente agenzia, per promuovere i nostri territori al fine di continuare ad ospitare gli eventi sportivi”.

“Un altro capitolo fondamentale – conclude Andrea Cane – è il ripristino della Legge 18 che con 14 milioni di euro finanzierà interventi su strade, illuminazione pubblica, edifici scolastici e cimiteri nei piccoli comuni delle nostre valli, senza dimenticare gli ottocentomila euro in più per il Fondo Regionale per la Montagna: quindi oggi come non mai anche le montagne del Canavese devono essere pronte a raccogliere la sfida per il loro futuro”.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium