/ Attualità

Attualità | 31 marzo 2020, 12:00

"Io e il re dei virus", dal servizio di Psicologia dell'Asl To5 un libricino per aiutare bambini e genitori

Per aiutare i più piccoli a vivere la loro restrizione in casa e capire cosa si può fare per aiutarli a superare questo momento complicato e, fornire, nello stesso tempo, un sostengo ai papà e alle mamme

"Io e il re dei virus", dal servizio di Psicologia dell'Asl To5 un libricino per aiutare bambini e genitori

Bambini al tempo del Coronavirus. Come vivono la loro restrizione in casa e cosa si può fare per aiutarli a superare questo momento complicato e, fornire, nello stesso tempo, un sostengo ai genitori. “Io re dei virus” nasce dal desiderio di aiutare i bambini ed i grandi che si occupano di loro ad affrontare insieme le emozioni legate all’emergenza che da alcune settimane ha colpito il nostro Paese", spiega la psicologa dell’Asl To5, Monica Audisio.

"I bambini ascoltano e vedono situazioni nuove ed allarmanti e non hanno sempre gli strumenti per comprenderle, si trovano circondati da una realtà di adulti che non sempre è disponibile a rispondere alle loro richieste e alle loro paure, anche quelle che non sono capaci di esprimere”.

I bambini vedono gli adulti preoccupati, ascoltano discorsi frenetici, sentono ricorrente la parola “Coronavirus”, e a volte i genitori, pensando di proteggerli, li tengono all’oscuro di tutto, non immaginando invece che i più piccoli si costruiscano delle idee.

“I bambini – continua Monica Audisio -  hanno bisogno di sapere cosa sta succedendo, si fidano di mamma e papà ed è da loro che si aspettano spiegazioni e rassicurazioni. È fondamentale, quindi, non tradire la loro fiducia e rispondere con sensibilità, modulando parole e informazioni a seconda delle età e cercando di tenere viva la speranza".

Questo libretto è stato pensato per i bambini di età prescolare e del ciclo della scuola primaria. Soprattutto per i più piccoli, è importante l’accompagnamento degli adulti nelle attività e, allo stesso modo, anche per i più grandi: un adulto che aiuta a riflettere sugli spunti che emergeranno nella compilazione, permetterà al bambino di conoscersi più in profondità e di condividere i propri stati d’animo.

Per il genitore questa sarà un’occasione preziosa per avvicinarsi in punta di piedi al mondo interno del proprio figlio scoprendone, magari, nuove sfumature. Il tempo passato insieme offrirà, inoltre, nuove possibilità di comunicare e di rafforzare il legame.

Il libretto è strutturato in tre parti: nella prima parte il bambino si presenta, nella seconda si confronta con l’attualità del Coronavirus e nella terza familiarizza con le emozioni ed i vissuti legati ad un’esperienza nuova e dai contorni incerti. Un opuscolo fatto per condividere, grandi e piccini, le emozioni rispetto a quanto sta accadendo.

Massimo De Marzi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium