/ Attualità

Attualità | 31 marzo 2020, 18:42

Torino, il Balon "resta aperto" grazie alla tecnologia e a breve arriverà l'e-commerce

L'iniziativa dell'Associazione Commercianti Balon che, sul proprio sito web, offre un virtual tour 360° del mercato: "Un esempio concreto del nostro impegno per dare visibilità alle attività"

Torino, il Balon "resta aperto" grazie alla tecnologia e a breve arriverà l'e-commerce

La pandemia di coronavirus, e le limitazioni che ne sono conseguite, hanno privato i torinesi di una delle attività preferite di ogni sabato e di ogni seconda domenica del mese: la passeggiata tra i banchi dei mercati delle pulci più importanti della città, il Balon e il Gran Balon, chiusi da ormai tre settimane. Per fronteggiare l'emergenza e la possibile crisi, l'Associazione Commercianti ha messo in campo due iniziative molto interessanti sfruttando le nuove tecnologie.

La prima è rappresentata da un tour virtuale, già disponibile sul sito web del mercato, realizzato sfruttando Google Street View e nato grazie alla collaborazione con il fotografo Luca Marchesi: “In questo modo - spiega il presidente Simone Gelato – stiamo dando la possibilità, agli orfani del Balon, di continuare a fare la consueta passeggiata da casa propria. Grazie a questa tecnologia, inoltre, è addirittura possibile entrare nei primi negozi che hanno aderito all'iniziativa”.

Ma non finisce qui, perché a breve verrà attivata anche la nuova piattaforma di e-commerce, sviluppata grazie alla vittoria del bando AxTO e collegata allo stesso tour virtuale: “Si tratta - prosegue – di un grosso passo in avanti, sia a livello evolutivo che di gestione dell'emergenza, perché daremo la possibilità ai commercianti di aprire il proprio negozio virtuale e ai clienti di visionare la merce in vendita, bloccarla, chiedere informazioni ed infine acquistarla. La speranza è di partire già da sabato 4 aprile: ci stiamo lavorando da un po', sarebbe dovuta uscire tra qualche mese ma abbiamo deciso di accelerare per dare una possibilità di sostentamento ai venditori”.

La piattaforma, almeno in fase iniziale, verrà popolata dagli operatori tecnologicamente pronti; per chi versa in particolari difficoltà economiche, invece, è stata attivata un'altra forma di sostegno: “È importante – conclude Gelato – non perdere il contatto con i propri clienti, molti ne stanno approfittando per apprendere modalità lavorative nuove e colmare il digital divide. Grazie alla collaborazione del Sermig, inoltre, stiamo fornendo generi alimentari di prima necessità a chi nel Balon trovava l'unica fonte di reddito”.

Marco Berton

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium