Elezioni comune di Torino

 / Cronaca

Cronaca | 30 aprile 2020, 16:05

I rider fanno sciopero: il 1° maggio niente cibo a domicilio

Domani si fermano i "fattorini del cibo": le biciclette rimarranno in garage. "Invitiamo i clienti a non ordinare la cena tramite i servizi di food delivery"

I rider fanno sciopero: il 1° maggio niente cibo a domicilio

Hanno scelto una data simbolica, i riders di Torino, per inscenare la loro protesta: domani, primo maggio, lasceranno infatti le loro biciclette in garage e non lavoreranno. Obiettivo? Ribadire ancora una volta le "vergognose" condizioni in cui devono lavorare. A spiegarlo sono i loro coordinatori. Per le persone vuol dire che domani non potranno ordinare cibo a domicilio.

"Sciopereremo - spiegano - e non porteremo il cibo a casa. Invitiamo i clienti a non utilizzare il servizio di food delivery e, se si sentono partecipi delle nostre ragioni, a mandare email e fare chiamate al servizio clienti per denunciare le vergognose condizioni in cui siamo costretti a lavorare".

I rider denunciano in particolare che, durante l'emergenza coronavirus, hanno dovuto lavorare in mancanza di disposizioni di protezione e che sono stati esclusi dagli ammortizzatori sociali.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium