/ Cronaca

Cronaca | 30 aprile 2020, 16:02

La denuncia dei sindacati: "All'ex Embraco ennesimo Primo Maggio senza il lavoro"

"Inaccettabile che, per il terzo Primo Maggio consecutivo, i 407 lavoratori ex Embraco debbano subire questa situazione di totale incertezza, a cui si aggiunge il problema irrisolto degli stipendi"

La denuncia dei sindacati: "All'ex Embraco ennesimo Primo Maggio senza il lavoro"

"Sono passate più di due settimane dall'ultimo incontro in videoconferenza con il ministero dello Sviluppo economico, e nonostante gli impegni presi in quella data per un aggiornamento in tempi brevi del tavolo, non ci sono state ulteriori comunicazioni": lo sottolinea con amarezza una nota di Cgil, Cisl e Uil.

"Riteniamo inaccettabile che, per il terzo Primo Maggio consecutivo, i 407 lavoratori ex Embraco debbano subire questa situazione di totale incertezza, alla quale si aggiunge il problema irrisolto degli stipendi: non sono state versate tre mensilità, che arrivano a cinque per i lavoratori che, seppure per un breve periodo, sono rientrati in fabbrica".

"Abbiamo chiesto al Governo un forte intervento politico, che sblocchi lo stallo venutosi a creare tra Whirlpool e Ventures, in modo da avviare un nuovo progetto industriale. Al riguardo, la proposta formulata dalle organizzazioni sindacali di riconvertire il sito di Riva di Chieri per produrre strumenti utili a combattere la pandemia in corso, è rimasta inascoltata, nonostante l’impegno a un approfondimento preso da Mise e Regione Piemonte e le misure varate su questo tema con il decreto cura Italia”.

"Comprendiamo le difficoltà create dal Covid-19, ma riteniamo che queste non possano rappresentare una scusa, o peggio un espediente, per abbandonare i lavoratori ex Embraco e le loro famiglie", conclude la nota sindacale.

"UGL Metalmeccanici di Torino vuole ricordare la “Festa del 1 maggio” come momento di profonda riflessione e delusione per la mancata realizzazione di un piano industriale che potesse ricollocare gli oltre 400 lavoratori Ventures ex Embraco”, riferisce il segretario provinciale: "eravamo ottimisti per una soluzione che al momento tarda ad arrivare, ma rimane al momento l'amarezza per tutti i lavoratori che al momento, non hanno la certezza di un futuro lavorativo".

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium