/ Attualità

Attualità | 05 giugno 2020, 18:25

Protestano gli psicologi a Torino: sull’esame di abilitazione ignorati dal Ministero [FOTO]

Un centinaio di dottori magistrali si sono ritrovati in piazza Castello. La prova si svolgerà online a luglio, ma non è chiaro con quali modalità

Protestano gli psicologi a Torino: sull’esame di abilitazione ignorati dal Ministero [FOTO]

“Manca poco più di un mese e non sappiamo ancora quanto tempo avremo a disposizione per l'esame. Intanto però dobbiamo pagare 500 euro di iscrizione, su quello nessun ritardo”. Parole di Clara, dottoressa magistrale in psicologia, che oggi pomeriggio insieme a un centinaio di colleghi, ha organizzato un sit-in di protesta in piazza Castello, a Torino.

Nel mirino degli psicologi ci sono le istituzioni, il Ministero in particolare, che dopo aver posticipato di un mese l’esame di abilitazione in programma a giugno, non hanno ancora comunicato le modalità di svolgimento della prova. Di sicuro il test sarà online e in forma orale.

“È soprattutto una questione di giustizia - insiste Clara - non conosciamo la data precisa e neppure su cosa verterà l'esame. Dalle notizie che trapelano, pare che se dovesse cadere la connessione toccherà alla commissione decidere sulla sorte dei candidati".

"Per giunta l’Università di Torino non ha ancora pubblicato nulla, peccato che intanto dobbiamo pagare entro il 22 giugno 500 euro per iscriverci. Una spesa non da poco per chi come noi è reduce da un tirocinio di un anno non retribuito”.

Marco Panzarella

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium