/ Cronaca

Cronaca | 05 giugno 2020, 07:37

"Mi hanno svuotato il conto corrente". In realtà sperperava i soldi con le scommesse online

Denunciato un uomo di 25 anni che, dopo aver perso il denaro, si era rivolto alla Polizia disconoscendo le operazioni dal suo conto corrente

"Mi hanno svuotato il conto corrente". In realtà sperperava i soldi con le scommesse online

Aveva il vizio del gioco e svuotava il proprio conto corrente con le scommesse online. Quando il saldo andava in negativo, però, non si arrendeva. E andava a sporgere denuncia alla sua banca dicendo di non essere a conoscenza delle operazioni a favore di una società di raccolta scommesse.

La prima volta pare che il piano abbia funzionato. Ecco perché l'uomo finito nei guai con una denuncia da parte della Polizia ha deciso di riprovarci. Era lo scorso mese di aprile quando, in pieno lockdown, il protagonista in negativo di questa vicenda si è addirittura presentato in Questura per sporgere denuncia contro ignoti: nel suo racconto, anche questa volta, l'intenzione di disconoscere una serie di operazioni effettuate nel giro di tre giorni per un importo complessivo pari poco più di mille euro. Del caso si occupa il Commissariato Dora Vanchiglia, che convoca la persona per capirne di più. Tuttavia le contraddizioni dell’uomo fanno sì che il verbale di sommarie informazioni si interrompa per l’emersione di indizi di reato a carico del venticinquenne, che da vittima lo trasformano indagato. 


Le operazioni che il giovane diceva di non riconoscere, infatti, erano tutte ricariche a favore della carta da gioco. A quel punto non gli è rimasta altra scelta che ammettere la verità: le sue denunce per frode informatica erano stratagemmi – ingenui – per recuperare le somme perse con le scommesse. L’uomo viene denunciato in stato di libertà per i reati di simulazione di reato e falsità ideologica in atto pubblico. 

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium