/ Cronaca
Estate 2020 ad Abano Terme: intervista al sindaco Federico Barbierato

Salute e natura, cultura ed enogastronomia: sono questi i pilastri della proposta a "Km 0" del Comune di Abano Terme per l'estate 2020. Che tipo di vacanza verrà offerta? Come verranno accolti i turisti? Ne parliamo con il sindaco, Federico Barbierato

Pubblicato da Torino Oggi su Martedì 5 maggio 2020

Cronaca | 29 giugno 2020, 10:24

Appalto al ribasso, la rivolta delle addette alle pulizie Inps Piemonte: “Come mangiamo con 300 euro?” [VIDEO]

Presidio sotto la sede regionale dell’Inps: il taglio delle ore manda le lavoratici sul lastrico: “Chiediamo l’internalizzazione del servizio”

Appalto al ribasso, la rivolta delle addette alle pulizie Inps Piemonte: “Come mangiamo con 300 euro?” [VIDEO]

E’ un incubo senza fine quello vissuto dalle addette alle pulizie delle sedi Inps del Piemonte. Dopo aver vissuto mesi difficili, con le lavoratrici vittime delle vicissitudini finanziarie della società Manitalidea, nell’ultimo periodo la situazione non è di certo migliorata. Anzi. Le addette alle pulizie, a seguito dell’ultimo cambio d’appalto, si sono viste ridurre le ore lavorative. Un taglio che ha portato a un adeguamento al ribasso delle buste paga.

Dal 1° luglio infatti, l’appalto vinto delle due cooperative Multiservice e Formula Servizi ha cambiato ulteriormente le condizioni di lavoro: “L’appalto al ribasso prevede infatti quasi il dimezzamento dei servizio offerti e un taglio delle ore lavorative per il personale addetto alle pulizie che arriva fino al 40%” spiegano i lavoratori in presidio sotto la sede regionale dell’Inps di via dell’Arcivescovado.

 

Il paradosso? Secondo i manifestanti che il taglio arrivi in un periodo storico come questo, quando pulizia e sanificazione sono diventate due parole d’ordine nella vita quotidiana di tutti. “L’emergenza Coronavirus ha riacutizzato una crisi economica senza precedenti, come possiamo mangiare con 300 euro al mese?” affermano le lavoratrici, preoccupate.

“Come abbiamo sottolineato - concludono poi le addette alle pulizie in una nota del sindacato Usb - le esternalizzazioni tramite appalti comportano uno spreco di soldi pubblici, tutto a vantaggio delle imprese e delle cooperative private, sulle spalle dei lavoratori e a scapito del servizio stesso. Ribadiamo che l’unica soluzione è l’internazlizzazione del servizio”. Una richiesta portata direttamente all’Inps. 

Andrea Parisotto

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium