/ Politica

Politica | 03 luglio 2020, 11:05

Laus (Pd): "Trasferire Covid Hospital, suicida idea di veder morire le Ogr"

Il senatore si rivolge al governatore Cirio e alla sindaca Appendino per "trovare e allestire altri luoghi, immobili dismessi nel recente passato, magari già con una vocazione sanitaria"

Laus (Pd): "Trasferire Covid Hospital, suicida idea di veder morire le Ogr"

 

"Le Ogr devono tornare operative al più presto: il Covid Hospital venga trasferito altrove". È questo l'appello del senatore del Pd Mauro Laus, a poche ore dalla notizia che Planet lascia il complesso di corso Castelfidardo e che altre start up sono pronte a seguirla.

L'esponente dem rilancia così l'allarme che Torino rischia "di perdere uno dei maggiori investimenti in termini di trasformazione e di rilancio conosciuti negli ultimi anni". "La disponibilità e l’aiuto offerti dalle Ex Officine - aggiunge - nel periodo di massima criticità della pandemia non possono essere ripagati dalle istituzioni con una condanna al fallimento".

Laus si rivolge quindi al governatore Alberto Cirio e alla sindaca Chiara Appendino per "trovare e allestire luoghi più consoni dove collocare nel futuro il reparto anti-Covid, immobili dismessi nel recente passato, magari già con una vocazione sanitaria, soluzioni che non mancano e che possano accogliere le attrezzature con una prospettiva a lungo termine". Ad inizio pandemia il Presidente della Regione aveva effettuato sopralluoghi presso l'ex Maria Adelaide, che essendo nato come ospedale avrebbe potuto accogliere in tempi non eccessivi nuovi posti letto.

"E’ suicida l’idea di 'impacchettare' tutto in attesa di una nuova ondata di contagiati, suicida è l’idea di guardare morire le Ogr senza muovere un dito", conclude il senatore.

E dal consiglio regionale, la 5 Stelle Francesca Frediani commenta: "Le OGR tornino polo tecnologico e culturale. Mantenere i posti letto alle OGR per potenziare la rete ospedaliera d’emergenza è un errore che va evitato. Ad evidenziarlo in modo chiaro sono le Linee di indirizzo organizzative inviate dal Ministero della Salute alle Regioni a fine maggio. Queste ultime, riguardo la dotazione di posti letto, prevedono che “la rete di offerta attivata nella prima fase emergenziale Covid-19, va ridefinita e integrata organicamente con la rete di assistenza ospedaliera regionale hub & spoke, per cui dovranno essere attrezzati i posti letto negli ospedali forniti delle necessarie professionalità, dotazioni strutturali, tecnologiche e di servizi allo scopo di poter affrontare situazioni di accrescimento improvviso della curva epidemica dei casi di Covid-19”.  

"Ci auguriamo ora - conclude - che Icardi faccia tesoro di quanto suggerito dal ministero perché anche dopo la fase acuta dell’emergenza epidemiologica permangono criticità nella corretta presa in carico dei pazienti. Ora ci auguriamo di ricevere in Consiglio Regionale delle proposte concrete di potenziamento della rete distrettuale perché dopo tante dichiarazioni i fatti stanno ancora a zero".

 

 

Cinzia Gatti

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium