/ Politica

Politica | 22 luglio 2020, 15:21

La Regione scrive a Enel per chiedere conto dei mancati risarcimenti agli abitanti di Ceresole

Il vice-presidente Fabio Carosso e il consigliere Mauro Fava promettono: «Andremo a fondo di questa vicenda»

La Regione scrive a Enel per chiedere conto dei mancati risarcimenti agli abitanti di Ceresole

Continua a tenere banco la vicenda dei mancati risarcimenti da parte di Enel ai residenti di Ceresole, colpiti da ripetuti e prolungati blackout elettrici nel novembre 2019. Il consigliere regionale della Lega Mauro Fava aveva annunciato un intervento da parte della Giunta e così è stato: il vice-presidente Fabio Carosso ha infatti inviato una lettera all’azienda, chiedendo spiegazioni.

«Ho raccolto la segnalazione del consigliere Fava e del Comune di Ceresole e ho subito scritto a Enel per chiedere conto dei mancati risarcimenti agli utenti – spiega Carosso – I territori di montagna continuano a pagare per i disservizi: non è così che possiamo lavorare per il rilancio delle terre alte».

«Come promesso, andremo a fondo di questa vicenda – ribadisce Mauro Fava – Enel non può esimersi dal risarcire chi ha subito un danno rilevante: non è pensabile che non venga riconosciuto un indennizzo per un guasto prolungato alla rete elettrica in un Comune di alta montagna, perdipiù avvenuto durante la stagione fredda. Riconosciamo a Enel gli investimenti fatti per interrare la linea e impedire il ripetersi di simili spiacevoli episodi in futuro, ma ciò non può cancellare i problemi riscontrati in passato».

Comunicato Stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium