/ Attualità

Attualità | 28 luglio 2020, 10:56

A Torino ripartono i concorsi: termometri e distanziamento per i futuri dirigenti comunali [VIDEO]

Al PalaRuffini i candidati divisi su tre turni e due giorni, al fine di evitare assembramenti: 12 i posti per 1067 potenziali futuri dirigenti provenienti da tutta Italia

A Torino ripartono i concorsi: termometri e distanziamento per i futuri dirigenti comunali [VIDEO]

Dopo lunghi mesi di restrizioni causa pandemia, la macchina comunale prova a ripartire e lo fa con una prova del 9 di tutto rispetto: il concorso per un posto da dirigente del Comune di Torino.

 

Sono 1067 i candidati attesi tra oggi e domani al PalaRuffini, 12 i posti disponibili. Provenienti da tutta Italia, tanto da Torino quanto da Catanzaro, inevitabilmente i futuri dirigenti sono chiamati a destreggiarsi tra disposizioni di sicurezza nuove, mai provate prima. I funzionari, infatti, hanno predisposto tutto come se fossimo ad aprile, in piena pandemia.

 

“I candidati sono all’esterno del palazzetto, viene controllata l’autodichiarazione anti covid, poi vengono perquisiti con il metal detector” spiega Alfonso Domenico, funzionario dell’Ufficio Concorsi. “Gli viene misuratala temperatura: nel caso questa sia superiore a 37,5 abbiamo un’ambulanza, un dottore che segue la persona sospetta, e in caso di febbre viene rimisurata una seconda volta la temperatura”. 

 

Dentro il PalaRuffini poi, gli spalti sono divisi a spicchi, con ingressi differenti, plexiglas e igienizzanti sparsi ovunque: “Una volta entrati nel palazzetto, tra igienizzanti e percorsi prestabiliti, vengono compilate le pratiche per sostenere la prova”. I concorrenti sono stati convocati 180 per turno, tre turni in due giorni. Lo spazio è stato diviso in tre settori, in modo tale da sanificare dopo l’ultimo turno serale per il giorno successivo. 

 

“Al termine del turno, i concorrenti vengono fatti uscire da un altro cancello, per evitare che si incontrino con quelli che stanno entrando. Tra un turno e l’altro ci sono tre ore, evitiamo contatti tra le persone” racconta Alfonso Domenico. 

 

Grazie alla commissione e una ditta ad hoc, le prove verranno immediatamente analizzate e i primi risultati potrebbero arrivare già a partire da giovedì. Per Torino si tratta di una vera e propria prova del 9: il ritorno dei concorsi pubblici e le modalità di gestione e organizzazione, infatti, potrebbero essere il preludio al nuovi eventi in presenza.

Andrea Parisotto

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium