/ Eventi

Eventi | 31 luglio 2020, 10:01

Dopo la morte di George Floyd tre film a "Cinema a Palazzo" per riflettere sul razzismo

Al via il 1 agosto con "Il buio oltre la siepe": la rassegna prosegue con "Fà la cosa giusta" e "The Help"

Dopo la morte di George Floyd tre film a "Cinema a Palazzo" per riflettere sul razzismo

Dopo la protesta americana, divenuta mondiale, contro l'uccisione di George Floyd, "Cinema a Palazzo" ha deciso di dedicare una mini rassegna a tre film iconici che pongono una riflessione sull'argomento. Titolo del ciclo "I Have a Dream" che s'inizia sabato 1 agosto con "Il buio oltre la siepe", introdotto dal critico Giampiero Frasca, e seguito domenica 2 da "Fa' la cosa giusta" martedì 4 da "The Help": tre titoli che hanno fatto la storia del cinema e hanno ricevuto numerosi riconoscimenti. Frasca, che è anche uno dei curatori della rassegna, spiega la scelta dei film: «Quando le etnie s’incontrano ed entrano in conflitto, quando la diffidenza, il sospetto e il pregiudizio hanno il sopravvento, è sufficiente una scintilla e l’incendio divampa. La resa cinematografica è spettacolare, ma quello che rimane sono solo macerie».


"Il buio oltre la siepe", titolo originale "To Kill a Mockingbird" , è un romanzo della scrittrice statunitense Harper Lee. Pubblicato nel 1960 ebbe un immediato successo, e nel 1961 vinse il premio Pulitzer per la narrativa. La trama è in parte basata sul caso degli Scottsboro Boys, un gruppo di adolescenti afroamericani accusati ingiustamente di stupro. Nel 1962 fu tratto dal romanzo l'omonimo film diretto da Robert Mulligan con Gregory Peck. Il film ricevette 8 nomination al premio Oscar e ne vinse 3.

"Fa' la cosa giusta" è del 1989 ed è stato scritto, prodotto, diretto e interpretato da Spike Lee. Interpretato da un cast corale, si concentra sull'esplosione delle tensioni razziali di un quartiere di Brooklyn nel corso di una giornata particolarmente calda. Considerato uno dei migliori film del regista afroamericano, alla sua uscita suscitò molte polemiche: per alcuni critici, infatti, il film istigava i giovani afroamericani dei quartieri popolari alla rivolta. Venne comunque candidato a due premi Oscar, per la migliore sceneggiatura originale e il miglior attore non protagonista. Nel 1999 è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. Nel 2007, l'American Film Institute l'ha inserito al novantaseiesimo posto della classifica dei cento migliori film americani di tutti i tempi. La rivista Sight & Sound ha inserito il film al sesto posto della classifica dei film più belli degli ultimi venticinque anni.

 

"The Help" è del 2011, diretto da Tate Taylor e interpretato da Emma Stone, Viola Davis, Bryce Dallas Howard, Jessica Chastain, Octavia Spencer, Allison Janney e Sissy Spacek. Il soggetto del film è tratto dal romanzo "L'aiuto" di Kathryn Stockett, amica d'infanzia del regista e sceneggiatore Tate Taylor.

Il film ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali, tra i quali spicca il Premio Oscar ad Octavia Spencer come oscar alla miglior attrice non protagonista. Il film si è rivelato subito un successo negli Stati Uniti, paese in cui ha incassato più di 160 milioni di dollari.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium