/ Cronaca

Cronaca | 28 agosto 2020, 16:42

Il funzionario del Comune di Nichelino arrestato: "Estraneo alle accuse"

Il legale di Antonio Pastorelli ha spiegato che non esistono legami tra la sua domanda di pensionamento e la vicenda giudiziaria: "Aveva già maturato i requisiti prima che accadesse tutto questo"

Il funzionario del Comune di Nichelino arrestato: "Estraneo alle accuse"

La decisione del Comune di Nichelino, che ha accettato le dimissioni e il successivo collocamento in pensione dell'ex funzionario Antonio Pastorelli, finito in manette lo scorso marzo con l'accusa di corruzione, nell'ambito di una inchiesta della Guardia di Finanza (l'accusa è di aver agevolato una ditta nel programma delle sanificazioni dei locali comunali), ha suscitato molto clamore.

Pastorelli, però, attraverso il suo legale, l'avvocato Paolo Botasso, ha negato ogni addebito che gli viene mosso, dicendosi in grado di dimostrare la sua estraneità rispetto alle accuse. "Al mio cliente non è stata mai contestata l'accusa di aver approfittato della situazione, in quel particolare momento storico", ha ribadito il suo difensore.

"Prima che accadesse tutto questo, il signor Pastorelli aveva già maturato il diritto alla pensione ed ha presentato la relativa domanda dovendo peraltro rispettare i relativi termini".

Insomma, la sua difesa nega che esista una relazione tra la sua domanda di pensione e la vicenda giudiziaria. Presto l'indagato verrà sentito dal Pubblico Ministero per rispondere delle accuse che gli ha mosso la Finanza.

Massimo De Marzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium