/ Attualità

Attualità | 16 settembre 2020, 14:04

Torino tra la luna e Marte, Appendino: “Aerospazio filiera importante, il Governo investe qui”

La sindaca ha visitato Altec insieme al sottosegretario con delega all’aerospazio Riccardo Fraccaro. Da qui, ogni giorni, si lavora per mandare un rover su Marte, il pianeta rosso

Torino tra la luna e Marte, Appendino: “Aerospazio filiera importante, il Governo investe qui”

Due passi su Marte, in compagnia di Riccardo Fraccaro. Passeggiata insolita per la sindaca Chiara Appendino, che insieme al sottosegretario con delega all’aerospazio ha visitato la sede di Altec, Thales Alenia Space e degli spazi dell'area torinese dedicati allo studio dello spazio.

L'azienda sta infatti lavorando a diversi progetti che vedranno scienziati e ingegneri torinesi e italiani protagonisti in missioni sulla luna e su Marte. Uno dei progetti più ambiziosi è Exomars, che permetterà al rover Rosalind di esplorare la superficie del pianeta rosso.

"Riccardo Fraccaro è venuto a trovarci perché come sapete sul nostro territorio c’è una filiera incredibile legata al mondo dell’aerospazio con competenze e professionalità davvero straordinarie" ha spiegato la sindaca Appendino. Favorevolmente colpito dall'eccellenza torinese il sottosegretario con delega all’aerospazio: "Qui stiamo assistendo a una riproduzione del terreno marziano, l’Italia sarà protagonista nel costruire il prossimo rover che dovrà esplorare la superficie di Marte. L’obiettivo è portare i primi astronauti a calpestare questo pianeta". "Il Governo sta investendo molto su questo settore, che nei prossimi anni avrà uno sviluppo incredibile. Porterà ricchezza sul territorio, sviluppo delle industrie e nuove assunzioni: i ragazzi che escono dall’università sono molto competenti. Torino è uno dei cuori dello spazio italiano e contribuiremo come Governo alla costituzione e costruzione della città dello spazio" ha poi concluso Fraccaro.

La delegazione, accompagnata dal presidente di Altec Fabio Massimo Grimaldi, ha appreso che è proprio nel polo d'eccellenza torinese che verranno costruiti i primi moduli abitativi con cui verrà costruita la nuova stazione spaziale cislunare, pensata per girare attorno alla luna, e addirittura i moduli abitativi per vivere sul satellite terrestre.

Con orgoglio, il presidente Grimaldi ha quindi esaltato il ruolo di Torino nel campo aerospaziale: "Torino è la capitale europea dell’esplorazione spaziale: il futuro verso la Luna e verso Marte sarà sviluppato sotto la leadership della nostra azienda e città. Il punto clou rimane la missione Exomars, dove il primo Rover europeo sarà controllato e gestito da un team di scienziati e tecnici di Altec e Alenia. Per il futuro, ci fissiamo come obiettivo quello di mantenere questa leadership".

Un invito raccolto da Appendino: "Torino farà la sua parte, grazie a questa realtà di imprese. Siamo stati riconosciuti come area di crisi, ma questo è uno dei distretti su cui il Governo sta investendo. Questo si traduce in posti di lavoro e investimenti su una filiera estremamente importante". 

“Ci si sente più vicini allo spazio, si può toccare con mano l’alta tecnologia prodotta dai nostri ingegneri che viaggerà nel cosmo per svelare i misteri dell’universo - ha commentato Alessandro Profumo, ad di Leonardo -. Qui c’è la dimostrazione che l’Italia continua a essere uno dei driver internazionali nel settore spaziale e che l’industria italiana rappresenta un’eccellenza assoluta che sostiene le ambizioni spaziali delle principali agenzie mondiali. Grazie anche al supporto della Cabina di Regia politica, degli sforzi dell’Agenzia Spaziale Italiana e delle strategie dell’Agenzia Spaziale Europea, siamo presenti sulle missioni spaziali più importanti per esplorare il nostro sistema solare e per portare l’uomo su Marte, passando dalla Luna".

Andrea Parisotto

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium