/ Cronaca

Cronaca | 23 settembre 2020, 10:54

Violinista picchiato dal branco in via Po per una sigaretta negata

La vittima è un venticinquenne venezuelano che studia al Conservatorio

Violinista picchiato dal branco in via Po per una sigaretta negata

E' stato picchiato selvaggemente da una quindicina di ragazzi per aver negato loro una sigaretta. La vittima è un ragazzo venezuelano di 25 anni, che studia violino al Conservatorio "Giuseppe Verdi". L'aggressione è avvenuta in via Po nella notte tra sabato e domenica.

Il musicista aveva appena finito di esibirsi in un locale di piazza Vittorio e stava rientrando a casa, quando il branco lo ha avvicinato chiedendogli una sigaretta. Lui, non essendo un fumatore, ha risposto di no e si è allontanato.

Ma i ragazzi, non contenti, lo hanno seguito per un tratto continuando a infastidirlo finché, all'ennesimo diniego, uno di loro lo ha colpito alla schiena facendolo cadere. Da lì è scoppiata la furia violentissima della gang: uno degli aggressori ha persino usato un manganello per colpire la vittima in testa.

Alla fine il violinista è riuscito ad allontanarsi e raggiungere l'abitazione di un amico poco distante. E' stato quindi portato all'ospedale Mauriziano.

Sui fatti indagano le forze dell'ordine. 

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium