/ Eventi

Eventi | 29 settembre 2020, 12:04

Chiuso l'ospedale Covid, le Ogr di domani "dimenticano" i biglietti: tutte le mostre saranno gratis

Si comincia il 10 e 11 ottobre con Continuum, evento per festeggiare i primi tre anni delle Officine. Lapucci: "Siamo stati al servizio della comunità, ora torniamo alla nostra mission"

Chiuso l'ospedale Covid, le Ogr di domani "dimenticano" i biglietti: tutte le mostre saranno gratis

Arte, scienza e tecnologia. Ma soprattutto accesso gratuito (per sempre) alle mostre. Le Ogr guardano al futuro e accanto alle collaborazioni internazionali, con Glasgow ma non solo, scelgono di aprile le porte al pubblico senza chiedere un solo euro di ingresso, ma previo prenotazione.

Si comincia dal 10 ottobre, con la due giorni ribattezzata "Continuum" che soffia sulle prime tre candeline delle Officine Grandi riparazioni e getta una luce sulle prossime attività.

"È un'emozione tornare qui - commenta il direttore generale Massimo Lapucci - dopo una fase molto dura per tutto il Paese. Risale a mille giorni fa l'avvio di un cammino importante e oggi constatiamo come le Ogr nella narrativa internazionale abbiano un ruolo unico". Ma in piena emergenza sanitaria, le Ogr hanno saputo anche diventare ospedale Covid. "Ci siamo messi al servizio della comunità - commenta Lapucci -, ma oggi torniamo alla nostra mission e al nostro ruolo per la città e per il Paese".

"L'evento di Continuum sarà una festa - conclude Lapucci - comunque nel segno della responsabilità e quindi in tono diverso rispetto al solito". 

E se gli spazi si rinnovano, anche il sito web si amplia, nella consapevolezza che la dimensione virtuale sarà sempre più importante in futuro. Ci sarà dunque la realtà aumentata, ma anche la visita in 3d delle antiche officine.

Inoltre, ogni mercoledì alle 18, l'aula didattica della Corte Est ospiterà incontri con giovani imprenditori ed ex talenti della fondazione CRT.

"Nei giorni dei compleanni un pensiero alla nascita e al passato ci vuole sempre - dice Fulvio Gianaria, presidente delle Ogr -. E per questo ricordo la sfida abbracciata dalla Fondazione all'inizio della storia di questi spazi. Un lavoro straordinario e fatto in tempi brevi, con professionalità adeguate. Una sfida sicuramente vinta, grazie a una squadra giovane e piena di energia ed entusiasmo".

Sempre il 10 ottobre, la prima mostra a tenere a battesimo il ritorno a una forma di normalità sarà "Unseen stars", di Trevor Paglen, che fino al 10 gennaio trasformerà le Ogr in ilun laboratorio aerospaziale, con tre satelliti sul Binario 1.

Massimiliano Sciullo

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium