/ Cronaca

Cronaca | 30 settembre 2020, 08:30

Cerimonia per borgo Salsasio, consacrato alla Madonna della Mercede

Il parroco don Iosif ed il sindaco Gaveglio hanno firmato l'atto di consacrazione alla Vergine del borgo e della parrocchia

foto: Catrin Bianco

foto: Catrin Bianco

Borgo Salsasio e l'intera parrocchia Santa Maria di Salsasio si sono affidati alla Madonna della Mercede che da oltre due secoli è la Patrona del borgo carmagnolese. 

Giovedì 24 settembre in occasione della festa liturgica della Madonna della Mercede è stata celebrata una Santa Messa solenne nella chiesa antica del borgo che da sempre custodisce la pregiata statua della Vergine. Alla celebrazione hanno preso parte, insieme ai parrocchiani, anche il sindaco di Carmagnola Ivana Gaveglio ed il comandante dei Carabinieri della stazione cittadina il Maresciallo Piero Fracella. La Messa è stata presiduta dal parroco don Iosif Patrascan e concelebrata dall'ex parroco di Salsasio don Antonio Borio (don Tonino) e da don Alessandro Lanfranco (son Sandro) che collabora spesso con la parrocchia.


Al termine della Messa la statua di Maria della Mercede è stata portata fuori dalla chiesa dai portatori che hanno poi spostato la statua sul sagrato della chiesa come segno di benedizione del borgo, della parrocchia e della città. Durante la sosta esterna, prima del rientro in chiesa della statua, il parroco ed il sindaco di Carmagnola hanno solennemente affidato il borgo alla Patrona con la lettura dell'atto di Consacrazione. Questo atto di affidamento ogni anno viene proclamato in occasione della festa patronale in conclusione della processione, che quest'anno non si è potuta realizzare per via delle norme anticovid attualmente in vigore. L'atto di consacrazione è stato modificato quest'anno con l'aggiunta di un particolare affidamento per chiedere aiuto alla Vergine in questo delicato momento che il borgo, la città e il mondo intero stanno attraversando per via della pandemia di Coronavirus. 


In conclusione della celebrazione il parroco ed il sindaco hanno firmato l'atto di consacrazione che è poi stato portato dal primo cittadino alla Madonna, poi incensata dal parroco.

L'atto è stato firmato in tre copie: una che ha preso il sindaco in rappresentanza del Comune di Carmagnola, una che è stata inserita nell'archivio storico della parrocchia di Salsasio ed una copia è stata posta ai piedi della statua sul pregiato trono processionale, dove rimarrà in ricordo di questa consacrazione e anche di questo anno difficile, dove però la fede dei parrocchiani non si è spenta ma si è anzi rinvigorita.

Questo è un'ulteriore segno di legame tra i salsasiesi e la Madonna che nel borgo viene venerata anche come Madonna di Salsasio, borgo a cui ha dato anche il soprannome di "Borgh ed là Madòna".

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium