/ Cronaca

Cronaca | 26 ottobre 2020, 09:32

Aiuti e sostegni fiscali: il lungo serpentone dei taxisti attraversa Torino [VIDEO]

Ritrovo all'Allianz stadium, la fine del percorso è piazza Castello: nel mirino l'abusivismo, mentre si chiedono aiuti e sostegni fiscali. "Che fine hanno fatto i 35 milioni di buoni taxi per le famiglie meno abbienti?"

Aiuti e sostegni fiscali: il lungo serpentone dei taxisti attraversa Torino [VIDEO]

E' iniziata questa mattina, nonostante la pioggia battente, intorno alle 8.30. Appuntamento vicino all'Allianz Stadium, con destinazione centro di Torino. E' la manifestazione dei taxisti che è cresciuta - in questi giorni - insieme al malcontento della categoria. In particolare tra coloro che fanno il turno di notte.

Aiuti e sostegni fiscali, ma anche lotta all'abusivismo, ciò che viene chiesto dai taxisti. Che hanno dato vita a un lungo serpentone bianco che si è sviluppato attraverso corsi e vie per raggiungere piazza Castello.

Ma il riferimento è anche all'attuale crisi socio-sanitaria: "Ci siamo sempre stati, abbiamo garantito un servizio 24 ore su 24 mettendo a rischio la nostra salute e quella delle nostre famiglie. Le briciole stanziate per questo settore non sono bastate neanche per pagare quelle tasse mai sospese o abbuonate", si legge nel volantino che ha scandito la protesta. E ancora: "Piuttosto che coinvolgerci nel trasporto degli studenti si preferisce ammassarli nei bus, metro e treni come carri bestiame violando spudoratamente le regole sul distanziamento sociale e mettendo a rischio la salute dei nostri ragazzi. Nel dpcm di agosto sono stati approvati 35 milioni destinati ai buoni taxi per le famiglie meno abbienti. Dove sono finiti?".

“Questa mattina ho incontrato una delegazione dei tassisti che si sono radunati in piazza Castello - ha detto in chiusura di mattinata l’assessore regionale alla Sicurezza Fabrizio Ricca -. La loro è una categoria molto colpita dalle chiusure volute dal Governo, che sta soffrendo questo momento di grave incertezza economica e di emergenza sanitaria. Sempre questa mattina ho chiesto al tavolo del Cosp, in accordo con la Regione, di chiedere al Governo di togliere il coprifuoco previsto per le 23 in Piemonte, anche per evitare che alle chiusure dei locali e degli eventi culturali si aggiunga questa ulteriore limitazione che graverebbe ancora di più sulla categoria dei tassisti".

Massimiliano Sciullo e Massimo De Marzi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium