/ Eventi

Eventi | 24 novembre 2020, 16:20

In Barriera di Milano arriva “Paghi la mossa...”, nuovo manifesto di Opera Viva

Settimo tassello per il progetto ideato dall'artista “di quartiere” Alessandro Bulgini: l'opera, realizzata da Giammarco Cugusi, verrà inaugurata mercoledì in diretta streaming

In Barriera di Milano arriva “Paghi la mossa...”, nuovo manifesto di Opera Viva

L'artista “di quartiere” torna a colpire in Barriera di Milano: Opera Viva, il progetto ideato da Alessandro Bulgini e curato da Christian Caliandro (con il sostegno della fiera Flashback – L'arte è tutta contemporanea), aggiungerà infatti il settimo tassello della sua serie di manifesti con l'opera di Giammarco Cugusi “Paghi la mossa. Di un'integrazione precaria”.

L'inaugurazione avverrà domani, mercoledì 25 novembre, alle ore 18.30, in diretta streaming da Piazza Bottesini: “Il tema – fanno sapere gli organizzatori – è Ludens, ispirato al racconto di fantascienza 'La variante dell’Unicorno' di Roger Zelazny e all’opera di Johan Huizinga: il gioco inteso come fondamento della vita umana e della creatività, come approccio fondamentale per la ricostruzione continua del mondo e come attività sacra”.

“Paghi la mossa...” fa parte di un progetto più ampio, sviluppato in collaborazione con Save the Children e con la comunità del quartiere milanese Giambellino, composto da 45 scatti a ragazze e ragazzi intenti a far “pagare la mossa” (come nel gioco) allo stesso Cugusi.  “Credo sia giusto – spiega l'autore che queste ragazze e questi ragazzi non paghino la mossa ma che, anzi, la restituiscano. In questo gioco non vi è violenza ma la voglia adolescenziale di toccarsi, sentirsi, conoscersi”.

L'opera, in questo caso, intende farsi metafora dell'esclusione e dello svantaggio socio-economico che sfocia in una “integrazione precaria” al limite dell'emarginazione: “In questo periodo – prosegue – in cui hanno sofferto la reclusione in spazi stretti e talvolta iperaffollati, questo semplice gesto di vicinanza e, in qualche modo, rivincita diventa ancora più significativo. Un grande ‘paghi la mossa’ è destinato a tutti coloro che passeranno volontariamente o per sbaglio davanti a quel grande cartellone pubblicitario”.

Opera Viva non però finirà qui e, a differenza degli scorsi anni, seguendo l'esempio “online” di Flashback si estenderà nel tempo prevedendo altri due appuntamenti in programma a dicembre.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium