/ Cronaca

Cronaca | 27 novembre 2020, 20:28

Identificati i responsabili del lancio di sassi sul cavalcavia della Torino-Pinerolo: si tratta di cinque minori tra i 14 e i 16 anni

Il fatto successo lo scorso 16 novembre a Volvera: la vettura colpita per miracolo non ha visto il conducente rimanere ferito o ucciso

Identificati i responsabili del lancio di sassi sul cavalcavia della Torino-Pinerolo: si tratta di cinque minori tra i 14 e i 16 anni

Nei giorni scorsi sono stati identificati cinque minori (di età compresa tra i 14 e i 16 anni) ritenuti responsabili del “lancio sassi” occorso in data 16 novembre, attorno alle ore 18, nei pressi del cavalcavia 54, posizionato lungo l’autostrada A55 tangenziale sud di Torino – diramazione Pinerolo, al Km 11+200 circa, in direzione del capoluogo piemontese, nel territorio del comune di Volvera.

Il fatto, che solo per caso non si è trasformato in tragedia, vedeva vittima un uomo che a bordo di una Toyota Yaris stava rientrando presso la propria abitazione dopo una giornata di lavoro. Il veicolo veniva colpito da un grande masso di circa 8 Kg e un diametro di circa 25 cm, che si conficcava all’interno della lamiera del veicolo, rimanendo incastrato tra il fanale anteriore destro e il cofano motore.

La pattuglia della Polizia Stradale intervenuta sul posto rinveniva, sempre sulla stessa carreggiata, oltre al masso incastrato, una seconda pietra di circa 4 Kg e 18 cm di diametro e altri sassi di piccole e medie dimensioni, ravvisando da subito un fenomeno di “lancio sassi”.

Nei giorni successivi la Polizia Stradale, a seguito di attività info-investigativa svolta in collaborazione con la Stazione Carabinieri competente per territorio e con il personale della Sezione di P.G. della Procura per i Minorenni di Torino riusciva ad individuare i cinque soggetti minorenni, tutti residenti nella zona interessata.

Di quanto accertato veniva immediatamente notiziata la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Torino, la quale, valutata la gravità del fatto e la pericolosità della reiterazione, emetteva nella giornata di sabato 21 novembre 2020 una serie di decreti di perquisizione domiciliari e i relativi avvisi di garanzia per i reati ascritti.

 

L’attività delegata, eseguita nella stessa giornata di sabato, dava esito positivo in quanto consentiva di raccogliere indizi di reità, che dovranno essere vagliati, ma risultano già significativi, quanto meno, di una loro presenza nel luogo e al momento del fatto, che potrebbe configurarsi alla stregua di un tentativo di omicidio.

Durante la fase delle indagini si veniva a conoscenza che, oltre all’evento del 16 novembre u.s., il “lancio sassi” si era ripetuto nelle due giornate successive (17-18 novembre 2020), sempre nel medesimo tratto autostradale, tra il Km 11 ed il Km 14, e precisamente tra le uscite di Gerbole di Volvera e None della diramazione Torino-Pinerolo della A55 tangenziale sud di Torino.

Nella fase delle indagini, l’attenzione della Polizia Stradale si concentrava sui ragazzi indagati, dediti a stazionare nelle vicinanze dei cavalcavia autostradali, raggiungibili facilmente con le biciclette.

A ulteriore suffragio di quanto sovra descritto e del particolare contesto in cui risultavano essere maturati gli eventi, è significativo evidenziare come gli stessi minori fossero dediti al consumo di sostanza stupefacente del tipo cannabis.

 

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium