Elezioni comune di Torino

 / Eventi

Eventi | 21 febbraio 2021, 19:00

Gli spettacoli di Concentrica in due licei di Torino: "Obiettivo da sempre: tornare nelle scuole"

Il 22 febbraio "Segnale d’allarme" al Berti, il 4 marzo "The Geek Revolution" al CFP Agnelli

Stefano Gorno

Stefano Gorno

Concentrica, rassegna itinerante curata dal Teatro della Caduta, torna nelle scuole per proseguire la sua ottava edizione sul territorio torinese. Una collaborazione da sempre molto fruttuosa, come dimostrano le partnership con il Convitto Nazionale Umberto I e l’ITIS Avogadro, che hanno portato, nel 2019, al progetto laboratoriale “Le storie che a scuola non si raccontano mai”, coinvolgendo con successo oltre 100 studenti.

“Concentrica a scuola è sempre stato un valora aggiunto alla rassegna un progetto per metterci in relazione con la nostra città, la nostra comunità e le nuove generazioni - racconta la condirettrice Lorena Senestro -. Purtroppo nel 2020 il dialogo con le scuole è stato difficile, tenuto conto giustamente della risoluzione di altre  priorità, ma abbiamo continuato a lavorare in sinergia, tenendo i contatti e intercettando anche altri istituti interessati al lavoro svolto negli anni passati. Abbiamo immaginato altre modalità di fruizione e coinvolgimento degli studenti: così, grazie alla disponibilità e l’impegno di dirigenti scolastici e professori, siamo riusciti a tornare a scuola.”

Il primo appuntamento è in programma domani, lunedì 22 febbraioalle 11, al liceo "Domenico Berti", evento realizzato con il sostegno di Piemonte dal Vivo. Gli alunni di alcune classi saranno spettatori di Segnale d’allarme - Edizione straordinaria in smart watching. Nato da un’idea di Elio Germano e Omar Rashid, lo spettacolo rappresenta uno dei primi esperimenti mondiali di teatro in realtà virtuale. Un’opera che è al contempo una pièce teatrale e un film, trasposizione di La mia battaglia, testo scritto dallo stesso Germano e Chiara Lagani. Il protagonista arriva direttamente nelle case (in questo caso nelle classi) degli spettatori: occhiali immersivi e cuffie, per una visione a 360 gradi dello spettacolo.

Il 4 marzo, invece, sarà il turno del Centro di formazione professionale "Virginia Agnelli", che vedrà il debutto web di una nuova produzione del Teatro della Caduta, The Geek Revolution, monologo di Stefano Gorno dal taglio ironico e provocatorio, a metà fra la stand up comedy e il TED talk, che affronta il tema della libera circolazione della cultura. La libertà di accedere alla conoscenza, necessaria più che mai alla democrazia nell'era del web, passa dalla storia di alcuni personaggi, “eroi” che hanno messo il bene pubblico davanti ai loro interessi e hanno pagato un prezzo più o meno alto.

Il personaggio centrale della narrazione è Aaron Swartz, giovanissimo prodigio informatico, tanto a suo agio con il codice binario quanto spaventato dal codice legislativo statunitense, morto suicida a soli 26 anni.

Lo spettacolo, che avrebbe dovuto debuttare a gennaio, è stato rielaborato per una fruizione streaming grazie alla collaborazione con Simone Giustinelli, giovane regista romano autore del programma web L’ultimo nastro di Krapp.

Manuela Marascio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium