/ Sanità

Sanità | 18 marzo 2021, 16:04

Sospese le attività ambulatoriali e ospedaliere non urgenti nei presidi dell'Asl To5

Attivata una convenzione con l'Istituto di Candiolo per la chirurgia oncologica

Sospese le attività ambulatoriali e ospedaliere non urgenti nei presidi dell'Asl To5

Nei presidi dell'Asl To5, a seguito dell'aggravarsi della situazione pandemica, per le attività ambulatoriali, sono sospese le prenotazioni di visite e prestazioni che non siano urgenti (le cosiddette priorità U e B).

Sono temporaneamente sospese le attività ambulatoriali delle sedi di Santena, Carmagnola, Carignano (eccetto l'attività odontoiatrica e percorso scompenso). Nei Poliambulatori di Nichelino e Moncalieri e negli Ospedali dell'Asl, compatibilmente con l'andamento della pandemia e dell'attività vaccinale, sarà garantita l'erogazione delle visite prestazioni ambulatoriali di tutti i pazienti sino ad oggi in lista nonchè le visite e prestazioni con priorità  U e B.

In caso di peggioramento della situazione sanitaria, tale da comportare la sospensione dell'erogazione di attività ambulatoriali D e P il paziente sarà debitamente avvisato telefonicamente. Stessa modalità potrebbe riguardare i punti prelievo delle sedi di Chieri, Carmagnola, Moncalieri e Nichelino.

Per quel che riguarda l’attività chirurgica ospedaliera, per far fronte all'elevato afflusso di pazienti Covid positivi che necessitano di ricovero, presso il presidio di Moncalieri sono garantiti gli interventi chirurgici in regime di emergenza/urgenza. Presso il presidio di Chieri sono garantiti esclusivamente interventi chirurgici in regime di emergenza/urgenza.

E' inoltre attiva una convenzione con l'Istituto di Candiolo per garantire l'esecuzione di ulteriori interventi di chirurgia oncologica.

Massimo De Marzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium