/ Politica

Politica | 06 aprile 2021, 16:28

A Roma esplode la rabbia contro le chiusure, Appendino: “Ristori insufficienti e lenti, serve un nuovo decreto sostegni”

Tensioni tra manifestanti e polizia nella capitale. Stoccata della sindaca al Governo Draghi: “Ci sono evidenti incongruenze su aperture e chiusure. Inoltre è stato firmato un Dpcm senza consultarci, in tutta l’emergenza è la prima volta che succede”

A Roma esplode la rabbia contro le chiusure, Appendino: “Ristori insufficienti e lenti, serve un nuovo decreto sostegni”

I ristori? Insufficienti e lenti ad arrivare. Le chiusure? Alcune sono di difficile comprensione”. E’ una sindaca Appendino particolarmente critica verso il Governo Draghi quella intervenuta a Tagadà, programma condotto da Tiziana Pannella.

"Periodo sempre più difficile"

Mentre in tv vengono trasmesse in diretta le immagini da Montecitorio, con tensioni, cori e un principio di scontro tra ristoratori e forze dell’ordine, Appendino, pur condannando i comportamenti di parte dei manifestanti ripresi senza mascherina, ha ammesso: “E’ in corso una crisi diventata sempre più economica e sociale, oltre che sanitaria: è un periodo difficile”.

"I no mask schiaffo a chi ha perso un proprio caro per il Covid"

Consapevole dei malumori della popolazione, la sindaca ha però criticato duramente i manifestanti no mask: “Ho visto i no mask in piazza: è uno schiaffo a chi ha perso qualcuno e a chi lavora negli ospedali. Dobbiamo tutelare la nostra salute e quella degli altri: la prima misura è la mascherina, è inconcepibile che qualcuno non lo abbia ancora capito”.

Ringrazio le forze dell’ordine che sono impegnate nella gestione complicata dell’ordine pubblico. E’ un periodo complesso, a Torino con il Prefetto stiamo incontrando le associazioni di categoria, che hanno sempre rispettato le procedure” ha spiegato la prima cittadina.

"I sindaci vanno coinvolti nelle scelte"

Appendino si è poi schierata dalla parte del presidente di Anci e sindaco di Bari Antonio Decaro, critico con il Governo Draghi: “Ha mostrato un fatto grave: per la prima volta  da quando siamo in emergenza il Dpcm non è stato condiviso con noi”.

Spero che l’errore possa essere corretto, i sindaci sono i terminali dello stato e i cittadini chiedono a noi. Più riusciamo a dialogare, più riusciamo ad evitare incomprensioni”.

"Ristori insufficienti"

Stoccata all’esecutivo anche per quanto riguarda i ristori: “Non sono sufficienti, perché si arriva da un anno di stop & go. Faccio un esempio: le palestre hanno passato l’estate a mettere a posto e poi non sono mai ripartite. I sostegni non sono sufficienti e, soprattutto, non sono rapidi a sufficienza. C’è bisogno di un nuovo scostamento e un nuovo decreto sostegni: quanto fatto fino ad ora non è sufficiente”, è la ricetta delineata dalla sindaca.

Appendino ha poi sollevato il tema dell’incomprensione di una chiusura e dei criteri scelti per decidere se tenere aperta o meno un’attività: “Perché un ambulante extralimentari deve rimanere chiuso, seppur all’aria aperta, e il negozio al chiuso che vende la stessa merce rimane invece aperto? Ci sono delle incongruenze di difficile spiegazione”. Rimandato invece il giudizio sulla gestione Draghi per quanto concerne i vaccini: “Speriamo che ci sia un’accelerata, la aspettiamo perché usciremo da questa crisi solo con la vaccinazione”. 

"Non ho cambiato idea, non mi ricandido"

 

A livello politico, Appendino ha poi confermato la volontà di non ricandidarsi, ma ha promesso: “Continuerò ad occuparmi di Torino: il mandato finirà a ottobre, poi ci saranno le Atp Finals. In seguito mi dedicherò un po’ alla mia famiglia”. La sindaca, infine, ha confermato fiducia nell’ex premier Conte (“Sono contenta che sia alla guida del Movimento 5 Stelle”) e rilanciato l’alleanza Pd-M5s: “L’esperienza del Conte 2 ha portato molto a Torino, spero possa vedere un nuovo avvicinamento”.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium