Elezioni comune di Torino

 / Attualità

Attualità | 15 aprile 2021, 15:53

Sabato a Torino due piazze per difendere il diritto all'aborto

Manifestazioni promosse dalle reti "Più194voci" e "NonUnaDiMeno" per dire no al bando della Regione che consente alle associazioni pro-vita di entrare nei consultori

striscione pro aborto

Sabato a Torino due piazze per difendere il diritto all'aborto

Sabato Torino scende in piazza per difendere il diritto all'aborto. Le reti "Più194voci" e "NonUnaDiMeno" hanno organizzato due manifestazioni - la prima dalle 11 in piazza Castello e la seconda dalle 15 in piazza Carignano - per dire no al bando della Regione Piemonte che consentirà alle associazioni pro-vita di entrare nei consultori e ospedali.

"Luoghi - spiegano le due realtà - che dovrebbero essere deputati alla promozione della libertà di scelta e di autodeterminazione, alla tutela della salute delle donne così come alle persone transessuali che necessitino di cure o assistenza".

"Aprire i consultori a queste organizzazioni integraliste - continuano Le reti "Più194voci" e "NonUnaDiMeno" - significa mortificare, mettere in difficoltà, ostacolare una volta in più ogni donna che vuole interrompere la gravidanza". 

A livello internazionale in Polonia, dal gennaio 2021, è illegale abortire anche in caso di gravi malformazioni del feto. In Italia, come denunciano le due realtà, "a partire da Regioni come Piemonte, Veneto, Marche, Umbria, Abruzzo e Friuli si vuole realizzare un disegno politico repressivo più ampio: si rendono le procedure più complesse per l'accesso all'aborto, si tenta di ampliare l'obiezione di coscienza, si tenta di istituire vincoli di ospedalizzazione per la somministrazione della RU486, si tenta di divulgare attraverso gli stessi enti pubblici la propaganda antiabortista".

Anche La Casa delle Donne - Associazione Donne contro la Discriminazione ONLUS, l’Associazione culturale Fuoridaltunnel e Lucyassociazione di Ivrea si uniscono alle associazioni Non una di meno e Più di 194 voci di Torino nella manifestazione per la tutela del diritto delle donne all’aborto e per mantenerlo accessibile e sicuro a tutte: "Ogni donna ha il diritto di conquistare la propria autonomia, indispensabile per proiettarsi verso un futuro non imposto da altri".

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium