/ Attualità

Attualità | 15 aprile 2021, 16:26

Scarcerata portavoce No Tav, gli avvocati: "Non del tutto soddisfatti"

Dopo sette mesi di reclusione, Dana Lauriola finirà di scontare la pena ai domiciliari

carcere - foto d'archivio

Scarcerata Dana Lauriola, gli avvocati: "Non del tutto soddisfatti"

"Non siamo del tutto soddisfatti del provvedimento del tribunale di sorveglianza. Si tratta di una decisione che arriva sette mesi in ritardo e che concede solo la misura più restrittiva, quella della detenzione domiciliare, corredata da una serie di prescrizioni e divieti fortemente limitativi". Lo affermano gli avvocati Claudio Novaro e Valentina Colletta, difensori di Dana Lauriola, la portavoce del movimento No Tav condannata a due anni.

Stamattina il Tribunale di sorveglianza ha disposto la scarcerazione di Lauriola, che sconterà il resto della pena agli arresti domiciliari, nella sua abitazione di Bussoleno.

"L'apparato motivazionale del provvedimento - spiegano gli avvocati - stigmatizza l'appartenenza ideologica di Dana e la corrispondenza da lei inviata dal carcere, che considera foriere della commissione di nuovi reati, in contrasto, a nostro parere, con il diritto costituzionalmente tutelato di esprimere le proprie opinioni. Del resto tutta la recente storia giudiziaria di Dana ci sembra sintomatica dell'atteggiamento, fortemente censurabile, che, sul piano giudiziario, connota i procedimenti a carico degli appartenenti al movimento No Tav".

Marco Panzarella

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium