/ Attualità

Attualità | 28 aprile 2021, 14:15

"Torinesi dell'anno": con Sergio Rosso e Giovanni Cottino vincono la solidarietà e il servizio al prossimo

La cerimonia di premiazione è fissata (online) per il 13 giugno, quando saranno consegnati anche i riconoscimenti del Premio della Fedeltà al Lavoro. Nel 2018 fu premiato Andrea Agnelli

Andrea Agnelli e Vincenzo Ilotte

L'edizione 2018 il premio è andato ad Andrea Agnelli

La solidarietà e il servizio al prossimo. Non sono certo casuali gli ambiti scelti dalla Camera di Commercio di Torino per individuare le due personalità che riceveranno il premio di "Torinese dell'anno" per il 2019 e per il 2020. Si tratta infatti di Sergio Rosso e di Giovanni Cottino. Il riconoscimento - ormai dal 1977 - viene riservato a chi ha offerto un contributo speciale nel proprio settore di attività, economia, arte, scienza, sociale. Una cerimonia doppia, quest'anno, visto che proprio a causa della pandemia si "recupera" il 2019 affiancandolo appunto all'edizione 2020.

Due profili al servizio del prossimo

Rosso, imprenditore di 75 anni, è alla guida degli Asili Notturni Umberto I, struttura assistenziale dove ogni anno, grazie al contributo di oltre 200 volontari, vengono offerti circa 60mila pasti caldi, cinquemila notti al coperto ai senza fissa dimora e cinquemila interventi sanitari. Durante la pandemia, in particolare, questo servizio non è mai venuto meno, grazie agli interventi che gli Asili Notturni hanno garantito anche sotto il profilo sanitario.

Cottino, invece, classe 1927 attraverso le attività della “Fondazione Giovanni e Annamaria Cottino” rappresenta un esempio instancabile di uomo, imprenditore e filantropo in chiave contemporanea. Attiva in particolare nella formazione dei più giovani e nella promozione dell’innovazione in chiave sociale, nel corso del 2020 a fronte della crisi pandemica, la Fondazione Cottino si è spesa in prima persona per affrontare (e dove possibile, risolvere) le emergenze economiche e le nuove povertà che sono state generate da questa situazione di crisi diffusa.

La premiazione tra un mese e mezzo: tutta online

Ma l'abbinamento di due annate in una sola edizione non è l'unica novità che deve pagare pegno alla pandemia. La cerimonia si terrà infatti domenica 13 giugno 2021, in concomitanza con il 68° “Premio della Fedeltà al Lavoro e per il Progresso Economico” e la sesta edizione dei “Diplomati eccellenti tecnici e professionali”, ma per la prima volta sarà interamente in modalità on line.
Nel 2018 il premio era andato ad Andrea Agnelli, preceduto negli anni recenti da Piero Angela, Gian Maria Gros-Pietro, Evelina Christillin, Gianluigi Gabetti, Mauro Salizzoni e Mario Virano.

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium