/ Eventi

Eventi | 10 luglio 2021, 19:29

Finale degli Europei, anche Venaria gioca "in difesa": niente bevande in vetro e appelli alla responsabilità

Il sindaco Giulivi: "Non si aggiungeranno maxi schermi e chiediamo comportamenti adeguati"

il municipio di Venaria

Anche Venaria "frena" sulla serata di domani in occasione della finale degli Europei di calcio

Non solo Torino e altre grandi città italiane. Anche Venaria sceglie di affrontare la finale dei Campionati Europei di calcio di domenica 11 luglio giocando "in difesa". Il sindaco Fabio Giulivi ha infatti emanato un provvedimento che prevede “il divieto di vendita e somministrazione - dalle 20 fino alle 7 del giorno successivo - di bevande in contenitori di vetro o metallo/alluminio, per tutti gli esercenti di attività commerciali, in sede fissa o itinerante, di attività artigianali e di pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande”, ma anche il divieto per tutti i consumatori di detenere bottiglie, bicchieri o altri contenitori di vetro o alluminio/metallo.

La restrizione riguarda l’Arena Spettacoli presso il cortile del complesso scolastico “De Amicis” con ingresso contingentato da Piazza Martiri della Libertà e l’area perimetrale interna di Venaria Reale costituita da Viale Buridani (compresa l’intera Piazza Pettiti e parcheggio sotterraneo), Piazza Vittorio Veneto, Via Andrea Mensa, Via XX settembre, Via Mascia quirino, Via Montello, Via Prati, Via Don Sapino, Corso Matteotti.

La somministrazione di bevande da parte degli esercizi autorizzati è consentita esclusivamente versando la bevanda in bicchieri di plastica leggera o carta. Inoltre, sulle piazze principali di Venaria Reale, saranno presenti agenti e mezzi della Polizia Municipale e dei Carabinieri per monitorare che la serata proceda in tranquillità e sicurezza.


"Nonostante le tante richieste non abbiamo potuto aggiungere ulteriori maxi schermi in quanto l'unico presente rispetta in maniera adeguata i parametri di sicurezza previsti dalla normativa in termini di accessi contingentati e distanziamenti - spiega Giulivi -. Facendo naturalmente tutti gli scongiuri del caso, invitiamo la cittadinanza, soprattutto i più giovani, a comportamenti responsabili pur in un possibile momento di festa. Che quella di domani possa eventualmente essere solo una serata di gioia e non una notte sfrenata e senza regole. Gli scaramantici potranno non essere d'accordo, ma era necessario essere chiari fin da oggi. Abbiamo dimostrato in queste settimane che, ci si può divertire responsabilmente senza farsi male e senza creare incidenti: continuiamo così".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium